Redazione Paese24.it

Trebisacce, “Filangieri” in prima linea nell’alternanza scuola-lavoro. Un successo gli stage sul territorio

Trebisacce, “Filangieri” in prima linea nell’alternanza scuola-lavoro. Un successo gli stage sul territorio
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

I proff. Cataldi (da sinistra) e Vitale con le studentesse tirocinanti presso il villaggio turistico Otium

L’Istituto Tecnico “Filangieri” di Trebisacce raddoppia. Dopo il successo riscontrato lo scorso anno, anche per l’estate 2012 la scuola guidata dalla Dirigente scolastica Clara Latronico ripropone i suoi giovani studenti come tirocinanti in alcune strutture dell’Alto Jonio cosentino. Un progetto formativo di Alternanza Scuola Lavoro unico per il comprensorio, organizzato dal professor Rocco Vitale. Da giugno ad agosto nove studenti dell’Istituto Tecnico Commerciale Geometri Programmatori Turistico (ITCGPT) sono alle prese con un’importante esperienza sul campo che gli permetterà di approcciarsi al mondo del lavoro, con “incursioni” pratiche, che serviranno senza alcun dubbio a schiarir loro le idee magari su un futuro professionale. Tre i soggetti ospitanti: il Comune di Amendolara, il Comune di Roseto Capo Spulico e il villaggio turistico Otium Sibari Resort di Villapiana. Il Comune di Amedolara ospita all’interno del suo Ufficio Tecnico, le studentesse Chiara Acciardi e Monica Donadio (IV A Geometra), che sotto l’occhio responsabile del tutor aziendale e responsabile dell’Ufficio, architetto Rocco Tucci, hanno preso confidenza con la valutazione dei progetti pubblici, l’archiviazione dei dati. Senza farsi mancare nemmeno qualche visita live sui cantieri. Lo stesso stanno facendo Francesco Toscano e Francesco Bellino (III A Geometra) nel vicino comune di Roseto. Anche loro “ospiti” dell’Ufficio tecnico e seguiti dal tutor aziendale e responsabile dell’ufficio, geometra Giovanni Marangi. Per entrambi i comuni il tutor della scuola è il professor Francesco Lerra.

Da sinistra l'architetto Rocco Tucci e il professor Vitale con le tirocinanti presso l'Ufficio Tecnico del Comune di Amendolara

Tutt’altra esperienza invece per le ragazze impegnate nel villaggio turistico di Villapiana. Francesca Cavalieri  e Maria De Marco (III A Turismo); Alessia De Marco (III C Programmatori); Tonia Santagada (III A Programmatori); Anna Dina Restieri (III A Igea), sono alle prese tutti i giorni in face to face con i clienti assolvendo in pieno i compiti imposti dall’attività di reception di una struttura turistica. Dal front office al back office; dal servizio hostess, sino ai rudimenti della contabilità. La struttura ricettiva ha messo loro a disposizione un tutor aziendale nella persona di Roberta Pasotti, mentre la scuola ha individuato nel professor Antonio Cataldi la “guida” interna per le studentesse. C’è soddisfazione negli occhi e nei visi dei giovani tirocinanti, che con piacere hanno rinunciato a buona parte delle loro meritate vacanze, continuando ad alzarsi presto al mattino per recarsi a “lavoro”. «Una crescita culturale ma anche umana – raccontano le ragazze dell’Otium -. Stando a contatto con clienti, che giungono qui da diverse parti d’Italia, è un continuo arricchimento ». I tirocinanti del “Filangieri” sono stati accolti in maniera entusiasta dai sindaci Antonello Ciminelli di Amendolara, Franco Durso di Roseto e dal direttore dell’Otium Antonio Milano che hanno aperto le porte dei loro uffici a questi giovani, sposando appieno il progetto della scuola superiore trebisaccese di uscire dai propri confini per incontrare il territorio. Agevolare future scelte professionali mediante esperienze lavorative, dunque. E il “Filangieri” di Trebisacce risponde presente alle innovazioni che il mondo della scuola propone.

Vincenzo La Camera

PROSSIMAMENTE IL VIDEO

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *