Redazione Paese24.it

Villapiana, dopo la morte del giovane operaio niente festa civile per il Patrono

Villapiana, dopo la morte del giovane operaio niente festa civile per il Patrono
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Villapiana centro

La comunità villapianese è ancora scossa per il tragico incidente avvenuto mercoledì sera in Via Roma in cui ha perso la vita il giovane operaio Gacek Szczygiel di appena 27 anni mentre stava lavorando all’allestimento delle luci per la festa patronale della Madonna del Piano e in tanti si chiedono se non sia il caso di celebrare solo i riti religiosi e tralasciare i festeggiamenti civili in segno di rispetto per la tragica morte di  Gacek. E’ questa la proposta che si sta diffondendo tra la popolazione e anche attraverso il social network Facebook. In tanti la condividono, semplici cittadini ma anche amministratori, concordi nel fatto che prima di tutto bisogna onorare la memoria del giovane operaio Gacek venuto qui dalla sua Polonia per cercare una vita migliore, per crearsi un futuro e realizzare i suoi sogni e invece ha trovato la morte per un tragico incidente sul posto di lavoro. Gacek era alle dipendenze della ditta Carelli di Corigliano che si occupa dell’allestimento delle luminarie nei vari paesi del comprensorio dove in questo periodo si svolgono le feste patronali e le varie manifestazioni estive. A Villapiana Gacek era impegnato da alcuni giorni nella sistemazione delle luci in vista della festa in onore della Madonna del Piano, Patrona di Villapiana, che si tiene il 15 agosto.

Al momento dell’incidente stava lavorando in via Roma con i propri colleghi utilizzando per la sistemazione delle luci un automezzo con cestello e delle semplici scale d’alluminio e su una di queste era salito Gacek. Intorno alle 17,20 la tragedia, l’operaio cade violentemente sull’asfalto e viene subito soccorso da due medici del posto che si sono prodigati per tentare di rianimarlo. I soccorsi del 118 sono giunti più tardi, almeno dopo mezz’ora affermano diversi testimoni. Tempi lunghi e inaccettabili che molti attribuiscono al cosiddetto “riordino ospedaliero” voluto dalla Regione che anziché favorire penalizza ulteriormente tutto il territorio. Sulle cause dell’incidente sono in corso le indagini dei carabinieri di Villapiana coordinati dalla dottoressa Cozza della magistratura di Castrovillari titolare del caso. La salma del giovane Gacek si trova attualmente presso l’obitorio dell’ospedale di Castrovillari in attesa che venga effettuata l’autopsia disposta dal giudice per appurare le cause della morte. Dopo gli adempimenti di legge il feretro dello sfortunato operaio si dirigerà probabilmente verso Jaslo in Polonia suo paese natio dove verrà sepolto.

Pasquale Bria

Share Button

3 Responses to Villapiana, dopo la morte del giovane operaio niente festa civile per il Patrono

  1. PROSPERO ROSSI 2012/08/03 at 17:06

    Automezzo con cestello un piffero!
    Stava lavorando al di fuori di ogni regola di sicurezza!
    La verità è che le regole si apprezzano solo quando succede l’irreparebile…

    Rispondi
  2. Monika Szczygiel 2013/12/02 at 22:47

    It was my brother – Kocham Cie Jacek R.I.P. brother 🙁

    Rispondi
    • Monika Szczygiel 2013/12/02 at 22:49

      era il mio caro fratello. Se qualcuno sa qualcosa di più, non esitate a contattarci.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *