Redazione Paese24.it

Amendolara. Incidente al bivio per Castroregio. Un morto e tre feriti

Amendolara. Incidente al bivio per Castroregio. Un morto e tre feriti
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Grave incidente stradale ieri pomeriggio (venerdì) al km. 36,600 della Superstrada S.S. 481 denominata “Fondovalle del Ferro” nei pressi dello svincolo per Castroregio, nel territorio di Amendolara, con il bilancio di un morto e tre feriti gravi. A perdere la vita, quasi sul colpo e comunque prima che arrivasse il 118 da Trebisacce e da Castrovillari, è stato Franco Di Bartolo, 74 anni, originario di Matera ma residente a Bari, che era alla guida di una Alfa Romeo 156 che pare procedesse verso sud in direzione della S.S. 106. I tre feriti, due uomini, C.V. di 42, alla guida del mezzo ed F.G. di 39 anni e una donna S.G. di 33 anni, di origini rumene ma, come gli altri due residenti ad Amendolara, tutti braccianti agricoli, invece viaggiavano a bordo di un pulmino Fiat Scudo e tornavano a casa dopo una giornata di duro lavoro nei campi di una nota azienda agricola che sorge lungo la S.S. 106 Jonica. Il grave incidente stradale si è verificato verso le 14.30 ed ha quindi coinvolto due mezzi, un’Alfa 156 ed un pulmino che viaggiavano in direzione opposta e che, per cause ancora al vaglio degli inquirenti, sono venute in collisione tra loro scontrandosi frontalmente, cambiando direzione di marcia a seguito del tremendo impatto, al punto da rendere difficili i rilievi da parte della Forze dell’Ordine. In quel tratto la fondovalle è infatti molto ampia e con un andamento pianeggiante ma presenta un’ampia curva che può diventare pericolosa se affrontata a forte velocità. Nel tremendo impatto il povero 74enne ha perso la vita sul colpo, mentre i tre feriti hanno riportato ferite, contusioni e traumi diffusi su tutto il corpo e sono stati trasferiti invece presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Corigliano, con una prognosi di 30 giorni per due di loro. Situazione più grave invece per F.G. di 42 anni per il quale in tarda serata si è reso necessario il ricovero presso l’Annunziata di Cosenza. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Roseto Capo Spulico e quelli di Oriolo. La salma del povero Di Bartolo è stata invece trasferita presso l’obitorio dell’ospedale di Castrovillari a disposizione dell’autorità giudiziaria nella persona della dottoressa Maria Sofia Cozza che deciderà se fare o meno l’autopsia.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *