Redazione Paese24.it

Serie D. Due punti persi per il Castrovillari. Nel finale l’Acireale sfiora addirittura il colpaccio

Serie D. Due punti persi per il Castrovillari. Nel finale l’Acireale sfiora addirittura il colpaccio
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il solito Castrovillari formato casalingo, prima pimpante e poi distratto lascia due punti per strada e nel finale rischia addirittura di perdere. Le prime battute del match contro la blasonata Acireale di ieri pomeriggio al “M. Rende” lasciavano presagire ad una gara in discesa per i rossoneri, dopo l’inizio arrembante culminato con il bel gol del centrocampista Forgione che al 12′ raccoglieva una palla in area e con una volé fulminava il portiere ospite Biondi. L’attaccante del Castrovillari Ennin e l’esterno di destra Ielo nei primi minuti di gara hanno imperversato sulla fascia mettendo in continua apprensione la difesa ospite e propiziando almeno due nitide occasioni da rete (con lo stesso Ennin e Pandolfi) prima del gol. Un primo tempo tutto sommato ben controllato dai padroni di casa che hanno continuato a fare la partita anche dopo il vantaggio. Unico squillo dell’Acireale, al 27′, quando il portiere rossonero Galluzzo è strepitoso ad alzare in angolo un tiro da dentro l’area del numero dieci Madonia. Nell’intervallo la cerimonia di consegna – tra gli applausi di tutto lo stadio – di un assegno di 850 euro che una parte degli ultrà locali, gli “UC 11”, hanno consegnato ai tifosi ospiti affinché lo recapitassero alla famiglia di un bambino di 15 anni operato pochi giorni fa a Sidney (Australia) per un tumore al cervello.

Nella ripresa si abbatte sul “M. Rende” una bufera di acqua e vento che condiziona non poco la gara, con il Castrovillari che non riesce a giocare palla a terra – come le condizioni meteo imporrebbero – dando così la possibilità all’Acireale di stazionare stabilmente nella metà campo rossonera. Lavrendi è un combattente a centrocampo ma i suoi compagni, con il passare dei minuti, come già successo in altre gare casalinghe, si afflosciano e calano di intensità. Galluzzo è costretto ad intervenire due volte, prima su una punizione velenosa dalla trequarti (53′) e poi sul solito Madonia che lascia partire un tiro su punizione, reso insidioso anche dal terreno viscido. Mister Marra toglie Pandolfi e getta nella mischia l’unico castrovillarese della rosa, Michele Canale, per sfruttare il suo baricentro basso e dunque tener palla. Ma al 78′ arriva il pareggio ospite con il nuovo entrato Leotta che si fa trovare pronto in area a raccogliere un cross di Madonia, migliore in campo per noi di Paese24. Il gol nasce da una rimessa laterale sbagliata dal Castrovillari (controfallo) che gli ospiti traducono subito in azione di rimessa. A tre minuti dalla fine, il bomber Puntoriere (nella foto di Michele Martinisi), avrebbe la palla del nuovo vantaggio rossonero. Ma il centravanti da una parte è bravo a stoppare in area un bel cross di Canale ma dall’altra è egoista a non appoggiare dietro la sfera per l’accorrente Ennin, provando la difficile girata personale che finisce abbondantemente a lato tra i fischi del pubblico. Al 91′ il Castrovillari rischia la beffa quando Manfrellotti prova un tiro a giro che aiutato dal vento si trasforma in una parabola quasi perfetta alzata in angolo dalle unghie di Galluzzo, migliore in campo per i suoi. Il Castrovillari staziona a metà classifica con una gara da recuperare a Messina. Nello stesso girone, ancora una sconfitta per il Rotonda (1-0 a Roccella) sempre più ultimo.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *