Redazione Paese24.it

Serie D. Castrovillari corsaro in Sicilia, è in zona play off. Rotonda spaventa il Bari ma poi cede

Serie D. Castrovillari corsaro in Sicilia, è in zona play off. Rotonda spaventa il Bari ma poi cede
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

SERIE D, 16^ giornata: Colpo esterno del Castrovillari che irrompe in zona play off in attesa di recuperare mercoledì la partita di Messina. I rossoneri sono passati, sempre in Sicilia, di misura sul campo del Gela grazie ad un gol di Pandolfi a tempo scaduto. Seconda vittoria consecutiva per i “Lupi del Pollino” che prima di Natale affronteranno le due squadre di Messina. Esce a testa alta invece la matricola Rotonda contro la capolista Bari, in un affascinante testa-coda. Sul neutro di Castrovillari, davanti ad un pubblico d’eccezione, i lucani si arrendono soltanto dopo essere rimasti in dieci uomini. Le occasioni migliori durante il match sono capitate proprio sui piedi dei biancoverdi ma i galletti pugliesi sono stati cinici ad approfittare dei momenti favorevoli della gara. Come al 42′ quando Franco Brienza, vecchia conoscenza del calcio italiano con trascorsi in serie A, si lascia cadere in area dopo un lieve contatto. Per l’arbitro è rigore che lo stesso numero 10 trasforma spiazzando Oliva (l’esultanza nella foto). Nella ripresa il Rotonda schiaccia la capolista e trova il meritato pareggio al 69′ con una punizione capolavoro di De Stefano che per festeggiare si toglie la maglia. Gesto che gli costerà caro, infatti dopo pochi minuti per un altro fallo veniale, l’arbitro gli sventola sotto il naso prima il secondo giallo e poi il conseguente rosso. In superiorità numerica il Bari torna ad affacciarsi dalle parti di Oliva e trova il gol partita al 83′ con un bel tiro da fuori di Di Cesare che si spegne nel sette. Il Bari approfitta del mezzo passo falso della Turris (o-0 contro la Nocerina) e si invola a +11 verso una promozione ampiamente preventivata. Il Rotonda resta ultimo ma dopo la prestazione di domenica pomeriggio e alla luce degli ultimi rinforzi è una squadra destinata a lottare sino alla fine per la salvezza.

ECCELLENZA, 15^ giornata: Il Trebisacce pareggia 2-2 tra le mura amiche, con lo Scalea, in una sfida di metà classifica con le due squadre appaiate a 20 punti. Si riprende il giorno della Befana, sempre in casa, contro il fanalino di coda Acri. Al 45′ Galantucci porta in vantaggio i “delfini”, ma subito ad inizio ripresa arriva il pari ospite con Angotti. Locali di nuovo avanti con il solito Gueye (10 gol di 5 partite) al 63′ e presto raggiunti al 71′ ancora da Angotti. In testa vola il Corigliano (2-0 al GallicoCatona) a +5 sulla Reggio Mediterranea sconfitta 3-1 a Bovalino.

PROMOZIONE gir. A, 15^ giornata – Pareggio a reti bianche per la Juvenilia Roseto sul campo della matricola San Marco che comunque sta disputando un buon campionato e precede i rosetani in classifica. Tutto facile per il Cassano Sybaris che rifila sei gol al malcapitato Roggiano giunto nella Città delle Terme con appena nove ragazzi under alla luce di vicessitudini societarie che hanno portato alla smobilitazione della rosa. Di Golia, Perciaccante (3), Pirillo e Castriota le reti cassanesi. In vetta prima sconfitta stagionale per la Morrone di Cosenza (0-2 contro la Vigor Lamezia) che viene così raggiunta dal Sambiase (3-0 contro la Brutium Cosenza).

PRIMA CATEGORIA, gir. A – Non bastano i tre nuovi acquisti (le vecchie conoscenze Aziz Jarar dalla Juvenilia Roseto e D’Angelo. Con l’aggiunta di Sposato dallo Schiavonea) all’Amendolara per risollevarsi in classifica. I giallorossi jonici perdono 2-1 a Belvedere contro la Virtus Diamante nell’anticipo del sabato. Il gol del momentaneo pareggio per l’Amendolara lo sigla proprio Aziz Jarar che dedica il gol al fratello minore, Aiman, infortunatosi seriamente (frattura di tibia e perone) in settimana nel corso di un amichevole a Trebisacce, vittima di un’uscita scellerata del portiere Andreoli. L’Amendolara è penultima in classifica con appena 6 punti. Tutto facile per Rocca Imperiale che rifila un 4-1 all’ultima in classifica Cetraro. Le reti rocchesi tutte nel primo tempo ad opera di Rotondaro, Ripa, Russo e Guerra. Nella ripresa la rete della bandiera ospite con Caruso.

Vincenzo La Camera

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *