Redazione Paese24.it

“I danni causati dall’alcol”. A Trebisacce un incontro con gli studenti

“I danni causati dall’alcol”. A Trebisacce un incontro con gli studenti
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Prevenzione sanitaria: nuovo appuntamento con il progetto dedicato ai danni provocati dal consumo di alcolici. Lo ha promosso, nella scia di altre problematiche già affrontate all’interno del progetto “Prevenzione è vita”, l’Assessorato alla Sanità del comune di Trebisacce diretto da Pino Campanella. Così, dopo l’importante e partecipato evento dedicato alla prevenzione dell’Ictus Cerebrale, saranno posti sotto la lente d’ingrandimento i danni derivanti dall’alcolismo.

Il tema “Dipendenze: i danni causati dall’alcol”, sarà affrontato e approfondito nel corso dell’incontro previsto per mercoledì 19 dicembre, a partire dalle 10.30, presso l’Aula Magna dell’Istituto “Ezio Aletti” di Trebisacce.  Il Convegno, nato su impulso del Delegato alla Salute nelle Scuole dottor Mario Chiatto, ha trovato immediatamente un riscontro favorevole ed entusiasta nella Dirigente Scolastica dell’Istituto Aletti Marilena Viggiano che, per arricchire ulteriormente l’offerta formativa dell’Istituto, ha scelto di inserire l’iniziativa nell’ambito del progetto “Alimentare la Salute”, dedicato appunto all’insegnamento di un corretto stile di vita da parte degli studenti. Relatore dell’evento sarà il dottor Luciano Corrado già Direttore del Laboratorio di Biochimica Medica e Tossicologica dell’ASP di Cosenza, che metterà la propria esperienza e competenza al servizio degli studenti dell’Istituto “Aletti” e dei partecipanti al Convegno.

«Siamo giunti al secondo appuntamento del progetto “Prevenzione è Vita”, che questa volta – ha dichiarato l’Assessore Pino Campanella – è dedicato agli studenti, la cui salute ci sta particolarmente a cuore e che potranno trasformarsi in efficaci vettori di prevenzione sanitaria anche presso le loro famiglie. Nei prossimi mesi – ha aggiunto Campanella anche nelle vesti di operatore sanitario – continueremo su questa linea, certi che offrire al territorio una serie di incontri, di confronti e di opportunità di visite mediche gratuite possa essere uno stimolo ad un approccio più corretto nei confronti della tutela della propria salute. Queste iniziative – ha concluso l’Assessore Campanella – vogliono essere anche una parziale  risposta, per tutta la popolazione, rispetto alle carenze della nostra sanità, caratterizzata da liste di attesa interminabili».

Pino La Rocca

 

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *