Redazione Paese24.it

Oriolo. Continua protesta precari comunali. Verso un’altra notte in Municipio

Oriolo. Continua protesta precari comunali. Verso un’altra notte in Municipio
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Permane lo stato di agitazione dei lavoratori precari del Comune di Oriolo, ex Lsu/Lpu, in attesa di buone nuove da Roma che tardano ad arrivare. Luci accese al Comune per tutta la notte passata con il presidio che continua ininterrottamente. Anche per questa notte i lavoratori resteranno assiepati in Comune in difesa di quel posto di lavoro che vacilla ogni giorno di più. Dalla Commissione Bilancio del Senato, dove sono al vaglio alcuni emendamenti, ancora non trapela nulla. Nel frattempo ad Oriolo tutti i servizi a cura degli ex Lsu/Lpu restano bloccati. Mensa scolastica chiusa, scuolabus fermi in deposito con gli alunni che raggiungono la scuola accompagnati dai genitori. Difficoltà anche nella raccolta rifiuti in queste ore a carico di un solo dipendente comunale.

Stamattina, in segno di solidarietà nei confronti dei lavoratori, si è recato nella Sala Consiliare anche il giovane parroco del paese, don Nicola Mobilio (nella foto) che si è intrattenuto con i suoi compaesani che da ieri sono anche in sciopero della fame, con queste forme di protesta che persisteranno sino alla notizia ufficiale che metterà fine a questa lunga vertenza. Anche il sindaco Giorgio Bonamassa, il vicesindaco Vincenzo Diego, il presidente del Consiglio Comunale Alfredino Acciardi, i consiglieri comunali Vincenzo Brancaccio e Domenico Bonamassa e altri amministratori si sono intrattenuti in più fasi, nella Sala Consiliare, con i lavoratori e le lavoratrici per mostrare tutto il loro sostegno a questa categoria diventata negli anni indispensabile per il funzionamento della macchina amministrativa.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *