Redazione Paese24.it

Alto Jonio. Dal Governo risorse per la sicurezza del patrimonio comunale

Alto Jonio. Dal Governo risorse per la sicurezza del patrimonio comunale
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

Ne beneficeranno tutti i Comuni del territorio

Download PDF

Il Governo stanzia circa 20 milioni di euro per investimenti pubblici a favore dei Comuni della Calabria inferiori a 20 mila abitanti i quali riceveranno una somma che va dai 100mila ai 40mila euro. Dei 7 milioni assegnati alla Provincia di Cosenza, a goderne saranno tutti i Comuni dell’Alto Jonio. Si tratta, per l’esattezza, di 19 milioni e 970 mila euro che saranno messi a disposizione degli enti locali della nostra Regione per mettere in sicurezza strade, scuole, edifici pubblici e in generale il patrimonio comunale. Questa la ripartizione comune per comune: nel computo dei 100 mila euro non figura alcun comune dell’Alto Jonio.

Nello scaglione dei 70 mila euro figurano Trebisacce e Villapiana. In quello dei 50 mila euro risultano Amendolara, Cerchiara di Calabria, Francavilla Marittima, Oriolo e Rocca Imperiale. In quello dei 40 mila euro figurano invece Albidona, Alessandria del Carretto, Canna, Castroregio, Civita, Montegiordano, Nocara, Plataci, Roseto Capo Spulico e San Lorenzo Bellizzi. Le risorse, secondo una nota di accompagnamento, verranno stanziate dal 10 gennaio prossimo mentre i lavori da realizzare dovranno partire entro il 15 maggio 2019 e, al fine di dare impulso immediato all’economia, è prevista la revoca degli stanziamenti in caso di mancato rispetto delle scadenze.

Le risorse, sempre secondo la stessa nota, verranno stanziate per il 50% all’avvio dei lavori e per il restante 50% dopo l’invio del certificato di collaudo. La Calabria, secondo le stime del Governo giallo-verde, ha infatti assoluto bisogno di interventi strutturali per opere pubbliche di riqualificazione e di manutenzione straordinaria e con questo intervento, seppure limitato, vengono finanziati progetti aggiuntivi rispetto a quelli inseriti nei programmi territoriali, tutti orientati, secondo la stessa nota, a migliorare la qualità della vita dei cittadini e, seppure in minima parte, a dare una boccata d’ossigeno alla disoccupazione.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *