Redazione Paese24.it

Villapiana. Albero cade su carreggiata, tragedia sfiorata

Villapiana. Albero cade su carreggiata, tragedia sfiorata
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Strada Provinciale 159: sfiorata la tragedia a causa di un enorme pino abbattutosi sulla carreggiata pochi istanti prima del passaggio di un’auto che saliva verso il piccolo centro arbëreshe di Plataci nella quale, tra gli altri, c’era anche un minore. Solo la fortuna e la tempestiva frenata dell’auto da parte del conducente hanno impedito che l’auto venisse investita in pieno dall’enorme pino “secco” (nella foto) abbattutosi all’improvviso sulla carreggiata pochi istanti prima a causa delle impetuose raffiche di vento di tramontana che infuriava in quel momento.

L’enorme albero, del tutto secco e quindi pericolante, spinto dal forte vento, si è abbattuto sulla carreggiata per tutta la sua lunghezza come la barra di un passaggio a livello, ostruendo la strada da una parte all’altra per cui non ci sarebbe stato scampo se il passaggio dell’auto fosse avvenuto qualche istante prima. Il fatto, che non si è trasformato in tragedia solo per la buona sorte degli occupanti dell’auto, si è verificato intorno alle ore 19.00 della serata di mercoledì, e quindi quando era buio già da alcune, sul tratto inferiore della Provinciale e precisamente nel territorio a nord del comune di Villapiana. Di lì a poco nello stesso punto è sopraggiunta un’altra auto, anch’essa diretta a Plataci, il cui conducente ha avvertito i Vigili del Fuoco di Castrovillari che, compatibilmente con i tempi intercorsi a causa della distanza, sono intervenuti sul posto e che, con l’uso di potenti motoseghe, in poco tempo hanno ridotto in pezzi l’albero ed hanno liberato la carreggiata.

Lo scampato pericolo ha comunque riacceso la polemica contro i ritardi delle istituzioni nell’affrontare e risolvere un problema sollevato già altre volte costituito dalla presenza minacciosa di diversi pini secchi, che costituiscono un reale pericolo per l’incolumità pubblica. C’è chi, anche nell’occasione, ha messo sul banco degli imputati la Provincia che gestisce le strade Provinciali e chi invece, forse anche per contrapposizione di natura politica, ha rimesso sotto accusa i sindaci dei due comuni di Plataci e Villapiana che, da ufficiali di pubblica sicurezza, dovrebbero vigilare sull’incolumità dei propri cittadini richiamando la Provincia ai suoi compiti istituzionali e quindi a tenere le strade in una condizione più dignitosa e ad eliminare i possibili rischi per gli automobilisti e gli occupanti delle auto.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *