Redazione Paese24.it

Musica e Arte al Castello di Oriolo. Note di flauto e pianoforte accompagnano l’ouverture della Biennale

Musica e Arte al Castello di Oriolo. Note di flauto e pianoforte accompagnano l’ouverture della Biennale
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Si conclude alla Vigilia dell’Epifania, sabato 5 gennaio 2019, il cartellone di appuntamenti natalizi organizzato dall’Amministrazione Comunale di Oriolo, guidata dal sindaco Giorgio Bonamassa e nello specifico dall’assessorato alla Cultura, coordinato dal vicesindaco Vincenzo Diego. Musica e Arte al Castello nella serata del 5 gennaio. Le note dell’Accademia Musicale “Gustav Mahler” di Trebisacce apriranno la serata, alle 18.30, con un concerto di flauti ad opera di Filomena Gabriele e Carmine Zuccarelli (nella foto). A seguire un concerto per flauto e pianoforte con Carmine Zuccarelli (flauto) e Tecla Cerchiara (pianoforte). Tecla Cerchiara a soli 23 anni è già docente di pianoforte presso l’Accademia “Gustav Mahler” di Trebisacce. Nell’ultimo anno è stata impegnata in periodi di studio all’estero, prima in Russia presso il celebre conservatorio “Rimsky-Korsakov” di San Pietroburgo; per poi spostarsi in Germania, alla prestigiosa Hochschule für Musik und Theater di Monaco. Carmine Zuccarelli, 19 anni e promettente interprete del flauto traverso si esibisce sia da solista che in formazioni da camera.

Saranno questi giovani e talentuosi musicisti ad allietare gli ospiti dell’affascinante maniero medievale di Oriolo (foto copertina), tra “I Borghi più Belli d’Italia”. Dalle 9,30 di mattina, invece, sempre al castello, sarà aperta la mostra Biennale curata da Gianfranco Pugliese. La Biennale avrà il suo culmine nel prossimo mese di aprile, ospitando più di cento artisti. Per l’ouverture del 5 gennaio è prevista l’esposizione fuori concorso del maestro Nello Spataro. L’artista nasce a Locri nel 1958 e nei suoi quadri ripropone umili case con vicoli e piazze. Antichi borghi dove gli uomini si rintanano dopo intense giornate di lavoro.

Vincenzo La Camera

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *