Redazione Paese24.it

Siulp chiede al ministro Salvini potenziamento del commissariato di Rossano

Siulp chiede al ministro Salvini potenziamento del commissariato di Rossano
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il SIULP (Sindacato Italiano Unitario Lavoratori di Polizia) di Cosenza, dopo gli ultimi fatti di cronaca che si sono verificati nella Piana di Sibari, chiede al Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, il potenziamento, con uomini e mezzi, del Commissariato di Corigliano-Rossano. Il loro appello è quello di vedere aumentato l’organico, in un’area che conta di oltre 200 mila abitanti, al fine di garantire più sicurezza al territorio e, soprattutto, ai tanti cittadini. Il Commissariato di Corigliano-Rossano, pertanto, ha ora una competenza territoriale diretta raddoppiata rispetto al passato.

I carichi di lavoro del Commissariato, tradotto in termini ancora più semplici, si sono raddoppiati, soprattutto per quanto riguarda la Polizia Amministrativa e i servizi controllo del territorio, ma anche di prevenzione e soccorso pubblico, con un organico esiguo per le numerose esigenze dell’area di competenza. Una missione impossibile, quindi, per i pur bravi ed esperti poliziotti che operano nel Commissariato di Rossano. Il SIULP, nel mese di maggio e giugno 2018, ha incontrato al riguardo il Questore e il Prefetto di Cosenza, con lo scopo di sollecitare l’Amministrazione della P.S. a progettare il potenziamento reale del Commissariato, commisurato alle reali esigenze del territorio, evidenziando che il nuovo Comune di Corigliano-Rossano è il terzo più popoloso della Calabria e, come area, il 27° più esteso di tutta Italia (quasi un quarto di Roma).

E’ stata, altresì, evidenziata la complessità del territorio, martoriato dai noti fenomeni criminali e dalla presenza del Carcere di Massima Sicurezza che ospita pericolosi terroristi islamici, con tutto quello che ciò comporta. Il SIULP ha evidenziato alle predette Autorità provinciali di P.S., Questore e Prefetto, l’impossibilità da parte del personale del Commissariato  di Corigliano-Rossano di poter assicurare la presenza assidua sulla vasta area di competenza con l’unica volante, quando c’è, per quadrante orario. Ora, dopo l’ennesimo appello lanciato dal SIULP, si attendono risposte dal Ministro dell’Interno per rafforzare, ulteriormente, l’organico presso il Commissariato di Corigliano-Rossano in modo tale da garantire legalità e sicurezza all’intero territorio.

Antonio Le Fosse

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *