Redazione Paese24.it

Da Matera 2019 ad Oriolo. «Bella scoperta. Un borgo pronto per il vero turismo»

Da Matera 2019 ad Oriolo. «Bella scoperta. Un borgo pronto per il vero turismo»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

C’è chi arriva a Matera per visitare la Capitale Europea della Cultura 2019, ma c’è anche chi, invece, almeno per un giorno, lascia la Città dei Sassi alla ricerca di nuove bellezze, scegliendo spesso e volentieri l’Alto Jonio Cosentino, terra di confine tra le due province e regioni.  «Avevamo sentito parlare di Oriolo, ma visitare di persona questo borgo è stata davvero una felice scoperta». La signora Pinella Carlucci, organizza ormai da diversi anni, una gita annuale fuori porta con tanti amici di Matera. Tutto iniziò per gioco, spostandosi con le proprie auto. Ora, invece, organizzano un pullman che spesso non basta e al quale si aggiungono anche alcune auto. Le mete sono per lo più montane, ma quest’anno il tour ha previsto anche una mezza giornata ad Oriolo, tra “I Borghi più Belli d’Italia”.

«L’aspetto che ci ha colpito maggiormente è stata l’organizzazione – racconta la promotrice del viaggio -. I Beni Culturali ben collegati tra loro, recuperati in maniera eccellente e visitabili in comodità». Dal Castello a Palazzo Giannettasio, ma anche i laboratori presenti nella Casa delle Arti e delle Idee, sino alle mostre in alcune abitazioni recuperate del centro storico che sono diventate dei veri atelier. «Da piccole cose abbiamo capito che da queste parti l’accoglienza è spontanea e quotidiana – racconta la signora Pinella. E nel turismo di oggi questo aspetto fa la differenza. Piante con fiori davanti alle abitazioni, stradine pulite e la possibilità di poter usufruire di toilette e di spazi interni dove consumare il pranzo a sacco: una bella comodità soprattutto in giornate piovose o fredde». Per i turisti materani, un cicerone d’eccezione: il vicesindaco e assessore alla Cultura, Vincenzo Diego che ha accolto la comitiva per poi accompagnarla in una passeggiata esperienziale tra le bellezze del centro storico.

«Il vicesindaco ci ha raccontato la storia di questi luoghi con passione e competenza. E’ stato bello vedere un amministratore comunale che accoglie in prima persona gli ospiti e si mette a disposizione per la visita guidata». Oriolo è l’unico comune della Calabria ad aver ricevuto, grazie al suo Polo Museale, il Patrocinio Morale per Matera 2019 concesso direttamente dalla Fondazione “Matera Basilicata 2019”.  «Non ci aspettavamo di trovare un paesino così caratteristico e pronto per un turismo vero – commenta la signora Carlucci, portavoce della numerosa comitiva in visita (circa 60 persone) -.  Sicuramente torneremo».

Vincenzo La Camera

Share Button

2 Responses to Da Matera 2019 ad Oriolo. «Bella scoperta. Un borgo pronto per il vero turismo»

  1. Domenico 2019/03/05 at 14:54

    Bello molto bello complimenti

    Rispondi
  2. Pietro 2019/03/06 at 08:37

    BENE, OTTIMO così, adesso sta a NOI Oriolesi essere ACCOGLIENTI AL MASSIMO per NON perdere questa OPPORTUNITA’ di SVILUPPO.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *