Redazione Paese24.it

Saracena “comune cardioprotetto”. Donati quattro defibrillatori

Saracena “comune cardioprotetto”. Donati quattro defibrillatori
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Una sinergia tra pubblico e privato regala al comune di Saracena quattro defibrillatori che saranno allocati nel centro del paese e in altre aree di pubblica utilità. L’esecutivo guidato da Renzo Russo ha voluto rendere subito operativi gli strumenti salvavita attraverso un corso di formazione, affidato A.P.S.V., che ha coinvolto circa 20 persone tra personale docente dell’Istituto Onnicomprensivo di Saracena, grazie alla disponibilità della preside Elena Pappalardo, e cittadini che si sono offerti di diventare i primi “testimonial” di questa campagna.

Intervenendo alla cerimonia di chiusura del corso, il sindaco, Renzo Russo, ha voluto ringraziare i cittadini Adele Ferrara (che ha donato a sue spese il defibrillatore che troverà ubicazione tra le mura scolastiche), Barbara Forte (che attraverso l’associazione il “Fiore di Aria” ha donato il primo defibrillatore in uso al Comune di Saracena), e l’imprenditore Gaetano Padula (che ha inteso omaggiare l’amministrazione con altri due strumenti salvavita da allocare, nelle prossime settimane, in spazi di pubblica utilità).

«Avere personale che ha inteso formarsi per rendersi utile nel salvare una vita – se mai ce ne sarà bisogno – ci mette nella prospettiva di sentirci comunità attorno al valore più prezioso che abbiamo: la vita. Questo corso è solo il primo passo – ha concluso il sindaco Russo – di una più generale e complessiva azione che vuol far diventare Saracena comune cardioprotetto per assicurare una tempestiva azione di soccorso a coloro che dovessero averne bisogno».

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *