Redazione Paese24.it

Spezzano Albanese, riapre la chiesa danneggiata da un fulmine

Spezzano Albanese, riapre la chiesa danneggiata da un fulmine
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Sarà riconsegnata domani, giovedì 11 aprile, alla comunità di Spezzano Albanese la chiesa di Costantinopoli, gravemente danneggiata nello scorso mese di novembre a causa di un fulmine che aveva squarciato il campanile e compromesso la sua stabilità. Il luogo di culto, adiacente al cimitero cittadino, è stato, dunque, messo in sicurezza.

Soddisfatto il sindaco, Ferdinando Nociti. «La costante sinergia d’azione con la Chiesa – dichiara il primo cittadino – è sempre stata proficua e nel rispetto dei ruoli. L’Amministrazione, anziché aspettare tempi biblici per avere qualche finanziamento, ha preferito investire fondi propri su questa importante chiesa per riconsegnarla alla comunità il prima possibile. È chiaramente una prima fase – spiega Nociti – a cui segue l’impegno per cercare altri fondi da investire al fine di rendere questa struttura ancora più al passo coi tempi».

A seguire i lavori, l’assessore alle Opere Pubbliche, nonché vicesindaco, Giuseppe Liguori, che ha spiegato come il fulmine avesse danneggiato significativamente la cuspide del campanile. «Abbiamo speso circa 20mila euro del nostro bilancio comunale – afferma Liguori – per rimettere in sicurezza il campanile. Abbiamo, inoltre, impiegato i lavoratori in mobilità in deroga per sistemare le porte di accesso della chiesa, sempre con la supervisione della Sovrintendenza dei Beni Culturali».

Per la riapertura della chiesa, alle ore 18, sarà celebrata una messa presieduta dal parroco don Fiorenzo De Simone.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *