Redazione Paese24.it

Il Prefetto di Cosenza in visita alla comunità di San Lorenzo Bellizzi

Il Prefetto di Cosenza in visita alla comunità di San Lorenzo Bellizzi
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Visita istituzionale e incontro ravvicinato del Prefetto Galeone con gli amministratori comunali, con la comunità e con gli studenti delle Scuole dell’Obbligo di San Lorenzo Bellizzi. L’ha organizzata, dopo aver acquisito la disponibilità di S.E. il Prefetto di Cosenza Paola Galeone, l’Amministrazione Comunale del piccolo centro montano del Pollino guidata dal sindaco Antonio Cersosimo d’intesa con Maria Carmela Rugiano, Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo “Corrado Alvaro” che comprende le Scuole di Francavilla Marittima, Cerchiara di Calabria e San Lorenzo Bellizzi. E’ stata una bella occasione di incontro del massimo esponente dello Stato nella periferia con gli amministratori locali, con il parroco don Maurizio Bloise, con i cittadini e con i docenti e gli studenti della Scuola Primaria e Secondaria per riaffermare il valore delle istituzioni sovra-comunali e dello stretto rapporto che deve intercorrere tra i cittadini ed i rappresentanti dello Stato la cui massima espressione è, appunto, la figura del Prefetto. La visita della dottoressa Galeone a San Lorenzo Bellizzi del resto rientra tra le iniziative istituzionali inaugurate dal Prefetto Galeone sin dall’inizio del suo mandato nella città capoluogo di Cosenza, tanto è vero che la visita nel borgo dell’Alto Jonio-Pollino fa seguito a quelle già effettuate ad Amendolara, a Rogliano ed a Laino Borgo.

Durante la visita a San Lorenzo Bellizzi, al Prefetto Paola Galeone è stata consegnata una targa in segno di riconoscenza perché: «sempre attenta ai bisogni del territorio e alle esigenze dei piccoli comuni». Dopo il saluto del sindaco Antonio Cersosimo e della Dirigente Scolastica Rugiano e la consegna di un quadro dell’artista Lorenzo Gugliotti raffigurante uno squarcio innevato del paese, il Prefetto Galeone, che subito dopo si è intrattenuta con il sindaco, con gli studenti e i cittadini presenti, ha preso la parola dimostrando di conoscere a fondo le criticità territoriali collegate in particolare alle distanze, ai problemi del dissesto idrogeologico e alla viabilità e si è soffermata in particolare sulla questione della sicurezza e sul dramma della disoccupazione che rischia di spopolare i piccoli comuni e in particolare quelli delle aree interne.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *