Redazione Paese24.it

A Villapiana arriva la terza lista. Il presidente del Consiglio Comunale si mette in proprio

A Villapiana arriva la terza lista. Il presidente del Consiglio Comunale si mette in proprio
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

«Differenti per scelta, questo il motto che identifica un progetto giovane, dinamico ed ambizioso che vuole offrire a Villapiana la possibilità di guardare al futuro prossimo con una visione completamente nuova. Ripartiamo dalle idee, dai programmi, dalla voglia di realizzare la visione che abbiamo in mente per la Villapiana degli anni a venire». E’ con questo slogan che Michele Grande segretario cittadino della Lega di Salvini ha annunciato la propria candidatura a sindaco di Villapiana a capo della Lista “Sì-amo Villapiana – Grande-sindaco”.

Una Lista, quella delineata da Michele Grande, che vuole essere diversa e alternativa rispetto alle due già in campo (Montalti e Bria, ndr), sostenuta dalla Lega ma aperta alla società civile e quindi “civica” che, secondo quanto ha dichiarato in premessa lo stesso Grande, nasce da un programma già elaborato nel corso degli ultimi 6 mesi all’interno del Laboratorio di idee “Piazza Dante 2.0” e intende mettere insieme, privilegiando il metodo della collegialità, le competenze necessarie per incidere positivamente sul futuro di Villapiana. Per realizzare l’ambizioso programma che ha in mente la Lista, Michele Grande, già presidente del Consiglio Comunale uscente, a seguito di un confronto serrato con i suoi ex alleati ha preso le distanze dall’esecutivo in cui ha militato negli ultimi 5 anni, ma ha tenuto a precisare che “Sì-amo Villapiana” «non ha nemici da abbattere ma solo competitor con cui confrontarsi sul terreno fertile dei contenuti, perché – ha ribadito Grande – la popolazione locale è disinteressata alle risse verbali e alle diatribe ma molto attenta ai contenuti e alle proposte che ciascuna Lista metterà in campo.

A questo proposito il Coordinatore della Lega ha elencato alcune priorità del programma: l’installazione di una Stazione di Rilevamento Ambientale per monitorare la salubrità dell’aria; una maggiore attenzione alla sicurezza attraverso il potenziamento della video-sorveglianza ed il poliziotto di quartiere; la conversione dei parcheggi a pagamento in aree di relax da affidare ai giovani; una nuova strategia commerciale per incentivare i giovani a mettersi in proprio con attività innovative; valorizzazione degli anziani per l’attivazione di “scuole di mestiere”; un cambio di passo nella politica del turismo attraverso la valorizzazione dei tanti Beni Ambientali di cui è ricca Villapiana; l’eliminazione della tassa di soggiorno che contribuisce a scoraggiare la presenza turistica; il superamento della rivalità tra i tre agglomerati urbani attraverso l’unificazione, anche nominale, del Lido e dello Scalo; la valorizzazione del centro storico con l’avvio di piccole botteghe di prodotti e artigianato locale e, infine, lo studio di percorsi turistici alla scoperta della natura e per fare di Villapiana…la porta verso il Pollino. Sono solo alcuni dei capisaldi del progetto illustrato dal candidato-sindaco Michele Grande che ha sottolineato, come Lista, il merito di rivendicare un particolare amore-rispetto per gli animali, valorizzando, tra l’altro, la presenza del canile comunale “La Casa di Argo” per incentivare le adozioni degli amici a 4 zampe. «Qualcuno – ha ammonito Michele Grande mandando chiari segnali di sicurezza – canta già vittoria perché sottovaluta il diffuso malcontento che c’è in giro e che impone un deciso cambio di uomini e di direzione».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *