Redazione Paese24.it

Trebisacce. Rinnovata convenzione anestesisti al Primo Intervento. Per ogni turno, 700 euro!

Trebisacce. Rinnovata convenzione anestesisti al Primo Intervento. Per ogni turno, 700 euro!
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Prorogata la Convenzione con i medici-anestesisti in servizio “a scavalco” presso l’ex ospedale di Trebisacce: scongiurata così la chiusura del Punto di Primo Intervento dove, come è noto, coordinati dal dottor Antonio Rago, operano ben 8 Anestesisti che, seppure in organico presso altre strutture sanitarie della provincia di Cosenza, dietro lauto compenso, da oltre un anno si sono resi disponibili ad assicurare la turnazione h/24 presso il presidio ospedaliero di Trebisacce.

Una presenza, quella degli anestesisti-rianimatori, essenziale soprattutto per affrontare le emergenze sanitarie, ma anche per consentire con la loro presenza l’offerta di talune  prestazioni sanitarie che prevedono l’utilizzo dell’anestesia. «Grazie al dottor Sergio Diego, per l’immediato intervento; – ha scritto subito il primo cittadino di Trebisacce, Franco Mundo». Per la cronaca va ricordato che, in attesa che vengano nominati i nuovi manager aziendali al posto di quelli individuati dal presidente Oliverio e defenestrati dal governo centrale, nella giornata di ieri, 6 maggio 2019, il dottor Sergio Diego, originario e residente ad Oriolo, sposato, con due figli, già a lungo Direttore Amministrativo dell’azienda sanitaria cosentina, è stato nominato Direttore Generale facente funzione e uno dei primi atti che il sociologo oriolese ha firmato è stata la Convenzione con i suddetti Anestesisti.

«Ottima cosa, quella di aver rinnovato la Convenzione, – ha scritto infatti un medico di Trebisacce sul web a commento della notizia diffusa dal sindaco Mundo – ma bisogna finirla di sprecare risorse finanziarie per pagare prestazioni aggiuntive a professionisti che lavorano oltre il proprio orario di lavoro. In questo modo – ha aggiunto questo giovane medico considerando che per una giornata di turnazione ogni Anestesista costa all’Asp circa 700 euro – si va incontro a una spesa troppo elevata, che viene praticata al posto di assumere nuovo personale sanitario. Stessa cosa – ha osservato  medico – accade per la Pediatria di Castrovillari e per Corigliano. In pratica, – continua – per circa 3 giorni di prestazioni aggiuntive, si spendono i soldi con cui si potrebbe pagare lo stipendio di un altro medico assunto a tempo pieno e invece, pur di non assumere, si insiste a spendere di più. Dal governo di Roma, responsabile di queste direttive, – ha concluso il giovane professionisti – ci si aspetta ben altro che cambiare solo i manager».

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *