Redazione Paese24.it

La sala consiliare di Spezzano apre alla “Finanza etica”

La sala consiliare di Spezzano apre alla “Finanza etica”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Piazza del Mercato a Spezzano Albanese

La  Sala Consiliare del Comune di Spezzano Albanese apre alla “la finanza etica, strumento innovativo per lo sviluppo locale”. L’incontro è stato organizzato da Cataldo Pugliese, Agente di sviluppo locale e consulente marketing e promosso da Federimprese Calabria sede zonale Esaro–Crati in collaborazione con Assoexport Calabria. Il sindaco di Spezzano Albanese,  Giovanni Cucci, ha definito l’iniziativa di “alto valore etico e morale, considerato il contesto economico attuale”. Sono intervenuti,  il dott. Federico Bria, segretario Generale BCC Mediocrati; Pasqualino Ruberto, presidente di Fondazione Calabria Etica; Francesco Beraldi, presidente di Federimprese Calabria CLAAI ed Antonio De Gregorio, segretario Provinciale UILA. Importante, durante il dibattito, la testimonianza di Giovanni Acquati, coofondatore di Banca Etica. Acquati è autore di numerosi progetti etici.  Durante il dibattito ha, vista la sua esperienza nel campo, proposto l’utilizzo delle tecniche di finanza etica. Il suo pensiero può essere sintetizzato in questa frase “Occorre un cambiamento culturale, innovazione significa capire in quale direzione andare”. È possibile risollevare le sorti dell’economia promuovendo forme di cooperazione e di rete, facendo ritornare protagonisti i cittadini e favorendo il recupero della liquidità senza speculazioni. Il pubblico in sala ha manifestato vivo interesse per l’argomento forse conscio del fatto che bisogna agire localmente, ma pensare globalmente in modo da risollevare l’economia locale ma ormai globalizzata.

Rosanna Angiulli

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *