Redazione Paese24.it

Morano Calabro, varata la nuova giunta

Morano Calabro, varata la nuova giunta
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Nicolò De Bartolo, riconfermato nella carica di sindaco di Morano Calabro – terzo mandato per lui; il secondo consecutivo – ha varato la Giunta. Lo aveva affermato ed evidenziato più volte nei comizi che hanno preceduto le elezioni del 26 maggio che avrebbe coinvolto nell’Amministrazione tutti gli eletti e dato spazio anche agli altri componenti di Insieme per Morano. E così ha fatto. Quattro assessori e altrettanti consiglieri lavoreranno per il raggiungimento degli obiettivi fissati.

Il sindaco De Bartolo

La squadra, guidata dal sindaco De Bartolo, che trattiene per sé, tra l’altro, Bilancio, Comunicazione e tutto ciò che non è direttamente conferito agli assessori, è così composta: Pasquale Maradei, confermato vicesindaco, si occuperà di Lavori pubblici, Politiche energetiche, Personale, Patrimonio comunale; Francesco Salvatore Soave curerà Ambiente, Sanità, Manutenzione, Verde pubblico; Mariagrazia Verbicaro, Urbanistica e Gestione del Territorio, Politiche di riqualificazione turistica del centro storico, Arredo urbano, Attività produttive; Sonia Cozza, Servizi sociali, Pubblica istruzione, Welfare e Politiche del lavoro.

Anche ai consiglieri il primo cittadino ha assegnato deleghe precise. A Mario Donadio, scelto come Capogruppo di Insieme per Morano (la nomina sarà comunicata alla prima seduta del civico consesso), sono affidate: Cultura, Spettacolo e Promozione del Borgo; a Geppino Feoli: Agricoltura, Forestazione, Dissesto idrogeologico; a Salvatore Siliveri: Turismo; a Vicenzo Amato: Viabilità, Segnaletica stradale, Trasporti, Scuolabus.
Operativo anche l’ufficio staff del sindaco, coordinato da Franco Marino e formato dai consiglieri non eletti: Giuseppe Caputo, Mimmo De Franco, Tonia Rimolo, Giacomo Carlomagno.

«A ognuno – ha commentato il sindaco De Bartolo – in virtù delle proprie esperienze, formazione e capacità sono stati attribuiti incarichi, nell’esercizio dei quali, ne sono certo, sapranno avviare iniziative e perseguire nei cinque anni che ci attendono i propositi del nostro progetto. Vogliamo continuare a costruire la Morano del futuro: a misura d’uomo, aperta e senza pregiudizi, accogliente e generosa, onesta, rispettosa delle libertà, sentinella dei diritti e attenta ai doveri. Vogliamo che quanto seminato nella precedente consiliatura – aggiunge De Bartolo – si trasformi in tangibili e durature forme di sviluppo».

Redazione

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *