Redazione Paese24.it

Giovane di Oriolo perde la vita in un incidente a Castellaneta Marina

Giovane di Oriolo perde la vita in un incidente a Castellaneta Marina
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

In un brutto incidente verificatosi nella prima mattinata di giovedì 20 giugno a Castellaneta Marina, in provincia di Taranto, ha perso la vita il giovane Luigi Gaudio, 30 anni di Oriolo, che dall’inizio del mese di giugno si trovava nella località turistica del litorale tarantino dove lavorava da chef presso una struttura del luogo. Mentre si trovava a bordo del suo grosso scooter per la Marina di Castellaneta Marina insieme a un amico ventenne, anche lui chef, hanno impattato per cause in corso di accertamento, contro un marciapiedi. Il giovane di Oriolo è morto sul colpo per i gravi traumi riportati nell’urto. Per lui si è infatti rivelato inutile il soccorso dei Sanitari del 118 di Taranto arrivati sul posto insieme ai Carabinieri di Castellaneta.

Grave invece il 20enne che era sul sedile posteriore dello Scooter che è stato trasferito in gravi condizioni all’Ospedale “Santissima Trinità” di Taranto dove è tuttora ricoverato in prognosi riservata. Carattere allegro e scanzonato Luigi Gaudio, per gli amici Quiki, era appassionato di musica pop e rock si divertiva a fare il DJ nelle serate organizzate con gli amici, ma gli piaceva anche lavorare ed essere indipendente tanto che, appena conseguito il Diploma ad indirizzo Alberghiero presso l’Istituto Ipsia ITI “E. Aletti” di Trebisacce, non ha perso tempo cercando e trovando subito lavoro da chef, prima a Bologna, poi a Torino e successivamente, per stare vicino alla famiglia e al suo caro paese d’origine, nella provincia di Taranto. La notizia del grave incidente e della scomparsa del giovane, appena diffusasi in paese, ha fatto scalpore e suscitato unanime cordoglio soprattutto tra i giovani che conoscevano Quiki e ne apprezzavano molto il carattere allegro e socievole e la grande voglia di lavorare e di vivere.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *