Redazione Paese24.it

Amendolara. Una campagna di sensibilizzazione per il recupero del campetto di 99

Amendolara. Una campagna di sensibilizzazione per il recupero del campetto di 99
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Si è concluso con la tradizionale cena di gruppo la 6^ edizione del Torneo del Capretto. Un appuntamento che si è consolidato negli anni e che vede la partecipazione di cinquanta giovani e meno giovani suddivisi in cinque squadre. Quest’anno l’hanno spuntata Le Volpi (Luca Guerra, Mario Infantino, Pasquale Ferrara, Icham, Nicola Gallicchio, Gianni Ruina, Antonio Tufaro, Riccardo Gallicchio, Francesco Panno, Pino Nupieri). Ogni anno, per la competizione calcistica, vengono scelti nomi identitari. Nell’ultima edizione spazio a quegli animali che popolano il bosco di Straface, tanto caro agli amendolaresi: Volpi, Cinghiali, Beccacce, Lupi, Lepri. Giocatori di tutte le squadre e simpatizzanti del Torneo si sono ritrovati all’agriturismo “Il Ficheto” di Amendolara per gustare una cena a base di prodotti tipici, con il capretto e gallo nostrani ospiti di eccezione.

Il Torneo  – come sottolineano gli organizzatori – è nato, riprendendo un’antica tradizione calcistica, con una duplice finalità: realizzare un evento estivo di sport e socializzazione ma anche, e soprattutto, riaccendere i riflettori sul bistrattato campetto di località 99, in Marina, che potrebbe essere valorizzato meglio e messo a disposizione della comunità locale e degli ospiti che nei mesi estivi scelgono Amendolara quale meta per la loro villeggiatura. Su questo secondo aspetto, l’Amministrazione Comunale ha promesso da tempo di intervenire. Anche perché, ad oggi, il campetto di 99 è l’unico spazio che potrebbe essere utilizzato in tal senso, in quanto alla Marina – cosa abbastanza paradossale – non esiste un campetto da calcio, se non il campo sportivo, evidentemente poco adatto a tornei e partitelle estive.

Nonostante tutto, il Torneo del Capretto continua la sua tradizione, stimolando di anno in anno l’Amministrazione Comunale che puntualmente ripulisce il campetto dai segni tangibili dell’abbandono per renderlo appena funzionale per un torneo tra amici, che – ed è sotto gli occhi di tutti – non potrà mai fare il salto di qualità se le condizioni del campo resteranno tali. Rendendo cosi vano l’impegno degli organizzatori. Oltre al Torneo del Capretto, quest’anno la Marina di Amendolara non ha registrato altri eventi sportivi. Ecco perché, una simile manifestazione, ormai avviata, andrebbe maggiormente tutelata. A breve, in tal senso, verrà promossa una campagna di sensibilizzazione finalizzata ad un recupero dignitoso del campetto di 99

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *