Redazione Paese24.it

Trebisacce, prevenzione cardiovascolare. Screening gratuito in piazza

Trebisacce, prevenzione cardiovascolare. Screening gratuito in piazza
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Sei sicuro di non avere la fibrillazione atriale?” È questa la domanda a cui il nuovo appuntamento del progetto “Prevenzione è Vita” del Comune di Trebisacce, vuole rispondere con una giornata dedicata alla Prevenzione Cardiovascolare e allo Screening gratuito della Fibrillazione Atriale che avrà luogo domenica 25 agosto, presso il parchetto Il Paese delle Meraviglie, sito sul lungomare di Trebisacce, dalle ore 10.00.

L’evento, frutto di un’idea dell’assessore comunale alla sanità Pino Campanella, nasce dall’iniziativa e dalla passione del dottor Francesco Gallicchio (responsabile Ambulatori di Cardiologia P.O. di Trebisacce) e della dottoressa Milena Petta (responsabile Ambulatorio Scompenso cardiaco PO di Trebisacce) coordinatori di questo importante appuntamento durante il quale il territorio incontrerà la prevenzione cardiologica. La giornata di prevenzione,  in collaborazione con il dottor Bisignani e di tutto lo staff del reparto Utic-Emodinamica dell’ospedale di Castrovillari si pone come obiettivo l’ascolto del ritmo cardiaco, cioè la musica del cuore, di coloro che si sottoporranno ai controlli, i quali avranno natura completamente gratuita. La musica del cuore è scandita dalla normalità del suo ritmo. Quando il cuore perde il ritmo, la musica non è più armonica e si può generare un’aritmia chiamata Fibrillazione Atriale.

La Fibrillazione Atriale colpisce l’1-2 % della popolazione. Il rischio di svilupparla aumenta considerevolmente con l’età fino a colpire il 10% delle persone dopo gli 80 anni. La Fibrillazione Atriale rappresenta un importante fattore di rischio per l’ictus cerebrale, malattia spesso invalidante e catastrofica. Si stima che nel corso della vita circa 1 persona su 3 sia affetta da Fibrillazione Atriale vada incontro ad un ictus cerebrale.Riconoscere in tempo la presenza di questa aritmia, spesso asintomatica, può evitare, avviando la giusta terapia, un ictus cerebrale e comportare anche un significativo risparmio per il Sistema Sanitario. Saranno sottoposti allo screening gratuito i cittadini di età superiore a 40 anni. Lo screening consisterà nella registrazione, tramite una strumentazione particolare, di una traccia elettrocardiografica per valutare il ritmo cardiaco. I pazienti a cui sarà diagnosticata una fibrillazione atriale saranno indirizzati presso i rispettivi ambulatori di cardiologia per le cure del caso.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *