Redazione Paese24.it

A Rossano un monastero di clausura unico in Italia

A Rossano un monastero di clausura unico in Italia
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Tanti fedeli, nella serata di mercoledì 28 agosto, hanno partecipato alla cerimonia d’inaugurazione del nuovo Monastero delle Suore Agostiniane in località Piana Vernile nell’area montana di Rossano. Si tratta del primo Monastero di clausura femminile agostiniano del Sud e dell’Italia intera. La solenne celebrazione è stata presieduta dall’Arcivescovo di Rossano-Cariati, S.E. Mons. Giuseppe Satriano, con l’importante presenza di Mons. Santo Marcianò (Ordinario Militare per l’Italia), di Mons. Franco Milito e di Mons. Luigi Renzo.  Alla celebrazione, inoltre, hanno preso parte anche i sindaci di Corigliano-Rossano, Flavio Stasi, di Cropalati, Luigi Lettieri, e di Paludi, Giuseppe Graziano, ma anche diverse autorità civili e militari. Presenti anche tutti i sacerdoti dell’intera Diocesi.

Molto significativa, tra l’altro, l’omelia del padre Arcivescovo, S. E. Mons. Giuseppe Satriano, il quale  ha rimarcato l’importanza dell’evento religioso nella Città del Codex. “Il cuore è in festa – ha sottolineato Mons. Satriano – perché stiamo vivendo una significativa esperienza di fraternità, nella quale ci ritroviamo con gioia attorno alle care monache agostiniane. Esperienza vivificante di lode e di rendimento di grazie al Signore, sorgente di misericordia e dispensatore di vita. La festa di Sant’Agostino ci avvolge con tutta la sua ricchezza, imprimendo a questa celebrazione un vigore, colmo della passione e della forza di un uomo, di un credente, di un pastore che ha ricercato la verità, la fonte dell’eterno amore e da esso si è lasciato travolgere. Abbiamo da poco benedetto questo luogo – ha poi concluso lo stesso padre Arcivescovo – ricco di una memoria importante per la nostra Chiesa Diocesana; spazio di umanità e di fede, dove generazioni di credenti si sono avvicendati in diverse esperienze ecclesiali; realtà che oggi diviene Monastero, ovvero scrigno e arca, come le nostre monache, nel loro scritto, lo hanno definito”.

La cerimonia è terminata con la benedizione finale e gli auguri di buon cammino ecclesiale alle suore Agostiniane.

Antonio Le Fosse

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *