Redazione Paese24.it

Montegiordano, tratti in salvo tre turisti con la barca in avaria

Montegiordano, tratti in salvo tre turisti con la barca in avaria
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Continua ad essere garantita la sicurezza delle vite umane in mare grazie all’operazione Mare Sicuro 2012. Dopo il salvataggio di 4 diportisti a bordo di un motoscafo avvenuto  lo scorso 10 Agosto, questa volta la Guardia costiera ha tratto in salvo 3 turisti che si trovavano a bordo di un’unità da diporto di 4 metri, a circa due miglia dalla costa di Montegiordano. Dopo essersi resi conto  che il motore era in avaria e il natante imbarcava acqua, i diportisti hanno lanciato telefonicamente una richiesta di soccorso e sono stati subito raggiunti dal battello veloce GC A86 che ha tratto in salvo i tre occupanti. Non è questo l’unico caso che evidenzia l’efficienza degli uomini e dei mezzi della Capitaneria di porto di Corigliano Calabro. In un’altra mirata operazione di controllo disposta dalla Direzione marittima di Reggio Calabria sulla commercializzazione dei prodotti ittici, infatti, i militari della Guardia costiera hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Rossano il comandante di un motopesca responsabile di aver pescato oltre 110 chili di novellame di triglia pronto a finire sulle tavole per il ferragosto. Tutto il prodotto ittico rinvenuto è stato sottoposto  a sequestro penale. Il pescato è stato successivamente donato in beneficenza per le mense della Caritas diocesana dopo aver acquisito il parere di idoneità per il consumo umano da parte dei veterinari dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza.

Arianna Calà

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *