Redazione Paese24.it

Roseto festeggia i 60 anni di sacerdozio di don Antonio Cavallo

Roseto festeggia i 60 anni di sacerdozio di don Antonio Cavallo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

La comunità e la Chiesa di Dio, nei giorni scorsi, insieme al Vescovo della Diocesi don Francesco Savino ed agli amministratori comunali, si sono stretti attorno all’anziano parroco don Antonio Cavallo per festeggiare la ricorrenza dei suoi 60 anni di sacerdozio, 57 anni dei quali trascorsi come pastore della Chiesa di Roseto Capo Spulico.

Risale infatti al lontano mese di settembre del 1962 la data in cui don Antonio Cavallo,ordinato sacerdote qualche anno prima, a soli 29 anni entra nella storia cristiana di Roseto Capo Spulico iniziando il suo instancabile apostolato come Parroco della Chiesa Madre di “San Nicola di Bari”, divenendo ben presto testimone attivo della vita spirituale ma anche sociale di quella comunità. In questo lungo percorso di fede Mons. Antonio Cavallo, carattere forte e determinato, ha saputo lanciare non solo il forte messaggio del Vangelo nel cuore dei fedeli, ma si è anche speso per la creazione e per il recupero dei luoghi di culto più importanti del patrimonio artistico e culturale della cittadina jonica. «Grazie al suo impegno, infatti, – ha ricordato l’ex sindaco Franco Dursoè stato realizzato l’asilo infantile per i bambini di Roseto-Centro, la Chiesa dedicata a Sant’Anna a Roseto Marina, sono state restaurate e portate agli antichi splendori la Chiesa Madre di San Nicola di Mira, la piccola Chiesetta dell’Immacolata Concezione, la casa canonica ela Chiesa dedicata a Sant’Antonio di Padova».

Un’intera e feconda vita, insomma, spesa al servizio della comunità che, insieme al suo prezioso apostolato sacerdotale, gli hanno permesso di essere per oltre quarant’anni titolare del Vicariato Foraneo di Oriolo e di ricevere la nomina di Monsignore e di Cappellano del Papa. Oggi, a dimostrazione che il corpo invecchia, ma il cristiano e in particolare il prete che segue Gesù con amore e fedeltà, rimane giovane di spirito. E così, don Antonio Cavallo, nonostante la sua veneranda età, prosegue nel suo cammino di fede come Sacerdote e Padre Spirituale degli anziani ospiti della Casa Protetta “Villa Azzurra” a cui quotidianamente continua a dispensare, oltre che i Sacramenti, anche autentiche perle della sua lunga e illuminata saggezza.

«Una vita – ha dichiarato il sindaco Rosanna Mazzia nel consegnargli una bella targa-ricordo – dedicata al servizio dei nostri anziani, dei nostri bambini e dei giovani e soprattutto dei più deboli della nostra Comunità. A nome di tutta la mia comunità – ha aggiunto la Mazzia – Le rivolgo un sentito ringraziamento per averci accompagnato e sostenuti spiritualmente e con grande dedizione in tutti questi anni».

Al termine della Santa Messa concelebrata dal Presule Cassanese assistito da numerosi Sacerdoti e Parroci della Diocesi, è seguito un ricco momento conviviale ai piedi dell’austero Castello di Roseto Capo Spulico.

Pino La Rocca

Share Button

One Response to Roseto festeggia i 60 anni di sacerdozio di don Antonio Cavallo

  1. GIUSEPPE PAGANO 2019/09/11 at 06:34

    Don Antonio Cavallo è stato per cinquantasette anni il parroco di Roseto C.S..In un periodo dove i parroci vengono spostati con estrema facilità,anche a distanza di un anno,si rimane un po stupefatti e pensierosi.Il nostro amato Vescovo e,in special modo, tutti i cattolici (quelli cosiddetti praticanti) della Diocesi di Cassano Ionio dovrebbero farsi qualche domanda e cercare di dare le dovute risposte.In chiesa si va per pregare e non per trovare difetti e quant’altro ai nostri preti che sono come noi creature del Signore.”Chi sono io per giudicare!” Così rispose Papa Francesco ad una domanda di un giornalista durante un viaggio pastorale.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *