Redazione Paese24.it

Villapiana, fermato dai carabinieri con oltre 50 chili di droga a bordo

Villapiana, fermato dai carabinieri con oltre 50 chili di droga a bordo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno tratto in arresto, nella giornata di ieri, un 47enne catanese, per detenzione di ingenti quantitativi di sostanza stupefacente, in quanto fermato mentre trasportava 55 kg di marijuana.

Nello specifico, durante un normale posto di controllo espletato dai militari della stazione di Villapiana lungo la trafficata arteria stradale s.s. 106, è stato fermato un furgone bianco condotto da un uomo, il quale ha dichiarato  di essere muratore e di trasportare materiale edile verso la Sicilia. I militari hanno deciso di controllare il cassone posteriore del Renault Traffic e, da una prima verifica approssimativa, hanno notato diverso materiale per ponteggi e strutture edili, ma smuovendo gli stessi si sono palesati dei grossi involucri termosigillati, da cui proveniva dell’odore di marijuana.

L’uomo ha provato a giustificarsi sostenendo si trattasse di materiale di minuteria edile, ma la tesi non ha convinto i militari che hanno continuato il controllo in maniera più approfondita presso la caserma di Villapiana. Dopo una minuziosa perquisizione veicolare, hanno trovato, nascosti sotto i ponteggi e l’attrezzatura edile, dieci sacchi termosigilati contenenti ciascuno diversi chili di marijuana, per un totale di oltre 55 kg di sostanza stupefacente che verosimilmente l’uomo stava trasportando verso la Sicilia. Tale ingente quantitativo che doveva essere immesso nelle piazze di spaccio avrebbe fruttato oltre 300 mila euro.

La droga, così come il veicolo utilizzato, sono stati sottoposti a sequestro penale, mentre l’uomo è stato arrestato e, d’intesa con la Procura della Repubblica di Castrovillari, coordinata dal dott. Eugenio Facciolla, tradotto presso la casa circondariale di Castrovillari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Redazione

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *