Redazione Paese24.it

Sindaci di Cassano e Villapiana monitorano acque dello Jonio. «Disinquinare fiume Crati»

Sindaci di Cassano e Villapiana monitorano acque dello Jonio. «Disinquinare fiume Crati»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

I sindaci Papasso e Rizzuto a bordo dello scafo della Guardia Costiera

I Sindaci di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso e di Villapiana Roberto Rizzuto, con la collaborazione della Capitaneria di Porto di Corigliano Calabro, ed in particolare del C° 1° Cl.Np. Rosario Lanza, titolare dell’Ufficio locale Marittimo di Trebisacce – dipendente dal comandante della C.F. (CP) Antonio D’Amore, accompagnati per l’occasione dal coordinatore impianti di depurazione di Villapiana Marco Cervellera, hanno effettuato, a bordo di uno scafo messo a disposizione della stessa Capitaneria di Porto, un monitoraggio delle acque prospicenti il litorale di Cassano All’Ionio e Villapiana. Nella ricognizione, il dott. Giovanni Miceli del laboratorio “Chempios” di Bisignano, specializzato in analisi ambientali, su incarico conferitogli dagli stessi sindaci promotori dell’iniziativa, ha effettuato dei prelievi in mare al fine di analizzarli e verificare l’eventuale contaminazione delle acque. Non solo prelievi in mare, però, ma anche misurazioni della quantità di ossigeno presente nelle acque con apposita strumento. Quest’ultime, in particolare, in tutti i tratti analizzati hanno rilevato una quantità di ossigeno superiore al 97% che, tradotto in termini pratici ha spiegato il dott. Miceli, è già un primo significativo indice del buono stato di salute del mare sibarita. Le analisi, come anticipato, sono state effettuate partendo dalla foce del fiume Crati, proseguendo lungo tutto il litorale cassanese, sino a Villapiana Lido. I risultati, hanno annunciato i sindaci interessati all’importante iniziativa messa in atto stamani anche per rassicurare i tantissimi bagnanti che in questi giorni affollano la costa jonica di Cassano e Villapiana, saranno resi noti mercoledì prossimo con un’apposita conferenza stampa.

Il campionamento delle acque

Dalle prime rilevazioni, però, si può anticipare, complice anche il fatto che il mare stamani si presentava cristallino con una sola eccezione alla foce del fiume Crati già interdetta con ordinanza sindacale alla balneazione, che le acque monitorate sono perfettamente pulite. “Stamani con il sindaco di Villapiana abbiamo fatto il nostro dovere – ha spiegato il primo cittadino di Cassano,Papasso –. Abbiamo richiamato l’attenzione degli altri sindaci dell’Alto Jonio perché vogliamo fare sinergia per porre all’attenzione di chi ci governa al livello regionale e nazionale la questione del fiume Crati. Senza strumentalizzazione alcuna e senza fare nessun tipo di polemica chiediamo soltanto al Governo nazionale e regionale di adoperarsi per il disinquinamento del fiume Crati, attraverso il monitoraggio degli impianti di tutti i comuni rivieraschi che scaricano ed azioni dirette a garantire la limpidezza delle acque del fiume Crati. Il mare, la spiaggia e l’ambiente sono tutte risorse importanti per questo territorio che vive di turismo e di agricoltura. Con questa iniziativa abbiamo voluto lanciare un messaggio forte per avere i cittadini alleati principali nella nostra battaglia per la tutela dell’ambiente”. Sulla stessa lunghezza d’onda il Sindaco di Villapiana Roberto Rizzuto che ha voluto l’iniziativa andata in scena stamani. “Abbiamo voluto monitorare le nostre acque per garantire il diritto alla salute dei nostri cittadini e villeggianti. Il mare di Villapiana e Cassano è limpido. Lo ha anticipato il consulente che abbiamo incaricato per effettuare delle analisi rigorose. Senza nascondere nulla a nessuno, perché i risultati saranno resi noti la prossima settimana alla stampa, il nostro obiettivo è pensare al mare, ai cittadini locali ed ai tanti villeggianti che ci onorano della loro presenza. Concordo con quanto detto dal Sindaco Papasso oggi è iniziata una collaborazione importante con il Sindaco di Cassano e spero si possa estendere a tutti gli altri Sindaci dello Jonio per fare fronte comune nell’opera di bonifica da qualsiasi forma di disturbo al mare. La prima e più importante forma di disturbo è proprio il fiume Crati, per questo anch’io chiedo al Governo nazionale e regionale il disinquinamento”.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *