Redazione Paese24.it

San Severino Lucano. Ceramiche di artisti internazionali in mostra per Matera 2019

San Severino Lucano. Ceramiche di artisti internazionali in mostra per Matera 2019
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

In occasione della 15^ edizione della Giornata del Contemporaneo, promossa da A.M.A.C.I. (Associazione Musei Arte Contemporanea Italiani), sabato 12 ottobre, alle ore 10, al PalaFrido di Mezzana Frida a San Severino Lucano, sarà inaugurata “Keramos in progress”, esposizione di opere d’arte in ceramica di scultori ceramisti italiani e stranieri per “Matera 2019”.

All’inaugurazione parteciperanno, oltre a Franco Fiore, sindaco di San Severino; Salvatore Adduce, presidente della Fondazione Matera – Basilicata 2019 “Capitale europea della Cultura”; Claudio Di Benedetto, già direttore della divisione servizi della Galleria degli Uffizi – Firenze; Francesco Canestrini e Francesco Tarlano, della  Soprintendenza Archeologia – Belle Arti e paesaggio della Basilicata; Mariano Schiavone, direttore Generale APT Basilicata; Francesco Niglio, già docente di italiano, latino e storia negli Istituti secondari superiori e ceramista; Gianfranco Lionetti, esperto del territorio; Francesco Dattoli, architetto, responsabile del Palafrido e direttore artistico dell’evento; Dino Vincenzo Patroni, artista e ideatore dell’evento; Francesco D’Episcopo, già professore dell’Università di Napoli “Federico II”.

«Nell’ottica di uno sviluppo sempre maggiore del nostro museo e del turismo, è per noi motivo di grande orgoglio – afferma il sindaco Fiore – avere qui a San Severino Lucano una mostra di ceramica di artisti nazionali e internazionali. L’arte ceramica ha avuto un ruolo importante nella nostra tradizione culturale, ha lasciato un segno originale e indelebile nella nostra identità e memoria collettiva che oggi vogliamo rivalutare e rivitalizzare grazie a Keramos in progress».

«L’evento – spiega Franco Dattoli – si ritiene coerente con il tema del Dossier Matera 2019, perché attraverso le Opere di Arte Contemporanea sul nostro territorio (pitture murali, sculture, ceramica e terracotta) si illustra l’identità di San Severino Lucano e dell’antica Lucania, attraverso il recupero “visivo” della storia, delle tradizioni, della religiosità, delle leggende, della cultura popolare, ambientale e storica, momento essenziale di impatto verso un turismo dell’arte».

Il museo rimarrà aperto fino prossimo 31 dicembre.

Federica Grisolia

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *