Redazione Paese24.it

Rossano, il Pd incalza la giunta Antoniotti. «Abolite la tassa di soggiorno»

Rossano, il Pd incalza la giunta Antoniotti. «Abolite la tassa di soggiorno»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il Municipio di Rossano

«Abolire la tassa di soggiorno». Questa è la richiesta che il Pd rossanese (per bocca del suo capogruppo in consiglio comunale, Antonio Micciullo) fa all’amministrazione comunale targata Antoniotti.  Il Pd motiva la richiesta spiegando che, l’abolizione della tassa, servirebbe «per dare respiro ai nostri imprenditori e per dare loro un piccolo segnale di speranza al fine di superare questo momento economico difficile. I momenti di recessione e di crisi economica si superano, non con l’aggravio di ulteriori tasse, ma riducendo il peso fiscale, creando sinergie con tutte le associazioni turistiche e gli operatori del settore, promuovendo la cultura dell’accoglienza turistica e un efficace marketing territoriale». Il Pd rossanese non manca di criticare l’operato della giunta Antoniotti. «Pur tenendo conto del periodo di recessione economica, non possiamo che rimanere basiti sulla mancanza di quei servizi elementari che ogni amministrazione rispettabile ha il dovere di assicurare ai propri cittadini. Ormai sono quotidiane – ha rincarato la dose il capogruppo Micciullo – le lamentele di cittadini e turisti che spesso , con vivaci proteste e manifestazioni, lamentano disservizi nella nostra città: mare sporco, inadeguata raccolta dei rifiuti, scarsa cura del verde, strade dissestate, mancata cura delle spiagge libere, assenza di servizi elementari, disagi nell’erogazione dell’acqua, scarso controllo delle strutture turistiche, odori maleodoranti che avvolgono soprattutto nelle ore notturne i villaggi turistici».

Il Partito Democratico non ha risparmiato critiche anche alla programmazione dell’estate rossanese. «Per non parlare della caotica e scoordinata  programmazione turistica – ha riferito Micciullo – una vecchia canzone cantava: ‘’cosa resterà degli anni ’80!’’, potremmo fare una cover di cosa resterà dell’estate rossanese 2012: la sagra del fico d’india, la bachata popolar rossanese, o la caotica e pseudo gara di fuochi pirotecnici? Una plauso all’amministrazione Antoniotti per la grande trovata di rilanciare il centro storico con la prima rassegna cinematografica di Walt Disney perché sicuramente le agenzie di viaggio avranno registrato il tutto esaurito per i pacchetti vacanza offerti».

Infine, un monito dal consigliere Micciullo al primo cittadino Antoniotti. «Da persone responsabili chiediamo a questa amministrazione di non nascondersi dietro la crisi economica per lasciare alla deriva la nostra città».

Pasqualino Bruno

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *