Redazione Paese24.it

Spaventoso incendio tra Roseto e Montegiordano. Aziende agricole danneggiate e abitazioni evacuate

Spaventoso incendio tra Roseto e Montegiordano. Aziende agricole danneggiate e abitazioni evacuate
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Cinque giorni di fuoco incessante sta devastando le campagne dei comuni di Roseto Capo Spulico e Montegiordano. Un incendio di dimensioni spaventose ha letteralmente distrutto aziende agricole, terreni coltivabili e molti ettari di macchia mediterranea, provocando ingenti danni ai tanti coltivatori. Le fiamme hanno cominciato ad ardere nel pomeriggio di venerdì, nelle loclità Lagocupo, Centolire e Mirata che delimitano i confini dei due comuni ionici, e complice il forte vento di grecale che ha interessato l’area, si è esteso a macchia d’olio in pochissimo tempo. Sono oltre 150 gli ettari di terreno, tra seminato, vegetazione boschiva e macchia mediterranea andati letteralmente in fumo, in un incendio che ha tenuto in ansia i tanti agricoltori e proprietari terrieri.

I primi interventi sono stati portati dalla popolazione locale, i quali, armati di spirito di solidarietà e con i pochi mezzi a disposizione, hanno cercato di scongiurare pericoli per le persone e per gli animali. I cittadini hanno cercato, mediante l’utilizzo di macchine agricole, di demarcare l’area invasa dal fuoco, scavando fossati per circoscrivere l’incendio. Le fiamme, però, si sono spinte fino a lambire tre aziende agricole locali, che rischiavano di essere completamente avvolte dal fuoco se non fossero intervenuti tempestivamente gli uomini della Protezione Civile in servizio a Roseto Capo Spulico e i Vigili del Fuoco di Trebisacce.

Un canadair che oggi pomeriggio (martedì) si riforniva nelle acque di Roseto

Fondamentale l’intervento di due canadair e tre elicotteri dei Vigili del Fuoco per evitare conseguenze molto più gravi per le persone e per il bestiame delle tante piccole fattorie locali. Nonostante un dispiego di forze davvero encomiabile non è stato possibile sottrarre alle fiamme alcune abitazioni che si trovavano in prossimità delle fiamme. Evaquate a scopo precauzionale tutte le abitazioni e le numerose fattorie presenti nella zona, al fine di scongiurare possibili tragedie. Si indaga ancora sulle possibili cause che hanno dato origine a questo incendio che ha messo in pericolo l’incolumità di tanti abitanti e provocato danni per migliaia di euro. Secondo alcune prime indiscrezioni pare che l’incendio abbia una origine dolosa, il che metterebbe a nudo l’incoscienza e la follia di chi ha potuto compiere un gesto del genere.

Giovanni Pirillo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *