Redazione Paese24.it

Trebisacce, c’è accordo tra Saj e Comune per realizzazione autostazione

Trebisacce, c’è accordo tra Saj e Comune per realizzazione autostazione
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Grazie ad una sinergia tra l’amministrazione comunale di Trebisacce e la società privata SAJ, è stata avviata finalmente la procedura per la realizzazione di una grande “stazione autobus” da realizzare sull’ex piazzale delle Ferrovie dello Stato (nella foto) intitolato all’ex cancelliere Willy Brandt. Nei giorni scorsi la Giunta Comunale presieduta dal sindaco Franco Mundo, preso atto della disponibilità della SAJ di contribuire con una quota-parte del finanziamento, ha infatti approvato il “Verbale di deliberazione” che sancisce l’accordo tra il Comune e la SAJ (società autolinee joniche) che concorreranno alla realizzazione dell’opera. Così la cittadina jonica potrà disporre di una grande auto-stazione destinata ad accontentare le pressanti richieste degli utenti che, provenienti da tutti i paesi del comprensorio, sono stati costretti finora, sia d’estate che d’inverno, a sostare all’aperto in attesa dei pullman. La costruenda autostazione, oltre alle pensiline prevede infatti tutta una serie di servizi: aree di sosta e di ristoro al coperto, biglietterie, WC, pannelli luminosi. L’occasione per avviare la procedura è stata fornita dal Decreto del Ministero dei Trasporti varato il 22 giugno 2012 che, nell’ambito delle “Misure Urgenti per la riqualificazione ed il riordino dei luoghi centrali delle città”, prevede la concessione di finanziamenti pubblici attraverso la stipula di CVU (contratti di valorizzazione urbana) in cui sia prevista la compartecipazione di soggetti privati. Ecco allora il ruolo fondamentale della società SAJ che, riservandosi di gestire l’autostazione una volta realizzata, ha messo a disposizione dell’opera una quota-parte del finanziamento pari a 450mila euro.

L’opera, come si diceva, verrà realizzata in parte su terreno comunale ed in parte sull’area dell’ex piazzale ferroviario che serviva per il carico e lo scarico delle merci e che Trenitalia ha dato in concessione al comune a fronte di un canone simbolico rinnovabile ogni sei anni. Oltre alla proposta del contratto di valorizzazione urbana che comprende tutto il centro abitato che va da via Lutri al piazzale Willy Brandt, la Giunta Comunale ha approvato anche il progetto preliminare dell’opera redatto dal dirigente dell’ufficio tecnico architetto Antonio Brunacci che, contestualmente, è stato nominato “responsabile del procedimento”. Considerata la sussistenza di tutti gli ingredienti, non dovrebbe essere difficile trovare accesso ai finanziamenti e realizzare così un’opera attesa ormai da molti anni.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *