Redazione Paese24.it

Rocca Imperiale, ecco i nuovi bandi del Gal. «Pubblico e privato insieme per crescita territorio»

Rocca Imperiale, ecco i nuovi bandi del Gal. «Pubblico e privato insieme per crescita territorio»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Un momento dell'incontro

Presentati nella sala del Monastero dei Frati Osservanti di Rocca Imperiale i nuovi bandi promossi dal Gal Alto Jonio “Federico II”. Dall’ampliamento di strutture agrituristiche alla realizzazione di fattorie didattiche; dal sostegno alle imprese dell’artigianato alla commercializzazione di produzioni tipiche e sino alla piccola ristorazione. Un’opportunità per gli operatori del settore che ricadono nei comuni dell’Alto Jonio cosentino. Alla tavola rotonda di Rocca Imperiale organizzata dai giovani animatori sociali del Gal in collaborazione con la locale Amministrazione comunale guidata dal sindaco Ferdinando Di Leo erano presenti oltre al primo cittadino del “Paese dei limoni e della poesia”, anche il responsabile di progetto del Gal nonchè sindaco di Roseto, Franco Durso; i primi cittadini di Oriolo e Nocara, Franco Colotta e Franco Trebisacce. Al tavolo dei relatori anche gli animatori del Gal Tiziana Roseto che ha introdotto i lavori; Marilena Varlaro; Rosy Manfredi, che mediante il supporto delle slide ha illustrato a grandi linee i nuovi bandi, e Tonino Napoli.

Diversi gli operatori di settori del comprensorio presenti in sala intervenuti per avere importanti delucidazioni su queste nuove misure promosse dall’agenzia di sviluppo locale. Presente buona parte dello staff con personale tecnico e amministrativo per il primo di una serie di incontri che porterà il Gal a rapportarsi con i cittadini. E a tal proposito in tempi brevi dovrebbero sorgere anche tre info point nei comuni di Albidona, Oriolo e Roseto Capo Spulico. «Questi incontri sono necessari – ha sottolineato il sindaco di Rocca Imperiale Ferdinando Di Leo (accompagnato dal vice Mario Oriolo) perchè danno la possibilità a soggetti pubblici e privati di confrontarsi sulla crescita del territorio. E’ giunto il momento di non parlare soltanto delle cose positive di questo comprensorio, sin troppo sbandierate – ha continuato Di Leo – ma di analizzare anche le criticità per poterle finalmente risolvere». Franco Durso ha presentato l’incontro di lunedì sera come la nuova carta d’identità del Gal che ha deciso di investire sui giovani laureati del territorio affidando loro il compito di scandagliare l’Alto Jonio annotandone tutte le peculiarità da sviluppare mediante progettualità mirate. Diverse le domande pervenute ai relatori sia nel corso dell’incontro che al termine per poter carpire qualche dettaglio in più sui bandi in oggetto che si articolano, maggiormente, lungo una multifunzionalità agrituristica che ambisce a sviluppare all’interno di una simile struttura ricettiva numerosi altri servizi, come gli spazi ludici per i bambini, il modello fattoria da poter visitare, servizi web a disposizione dei clienti e quant’altro. E comunque tutti i nuovi bandi sono consultabili sul sito www.galaltojonio.it. Oltre, ovviamente, alla possibilità per gli interessati di recarsi direttamente negli uffici del Gal presso la sede di Amendolara Marina.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *