Redazione Paese24.it

Associazione per lo sviluppo dell’Alto Ionio. «Identità territoriale per uscire dall’isolamento»

Associazione per lo sviluppo dell’Alto Ionio. «Identità territoriale per uscire dall’isolamento»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Prende sempre più forma e sostanza la neonata “Associazione per lo sviluppo dell’Alto Ionio” pensata e voluta dal consigliere parlamentare presso la Camera dei Deputati di Roma Antonio Pagano e che in queste ore ha costituito il suo direttivo al seguito di un incontro tenutosi ad Amendolara, dove ha sede il nuovo sodalizio. Un’associazione sviluppatasi lungo il ricordo del giudice Umberto Pagano, figlio di Amendolara e che ha trovato una pronta adesione da parte di numerosi cittadini, professionisti e giovani. L’obiettivo ambizioso dell’associazione è quello di operare su tutto il comprensorio cercando di valorizzare il concetto di Alto Jonio cosentino, oggi anche sin troppo inflazionato, costruendo così un percorso virtuoso fondato sull’identità territoriale.

Una sola voce, un solo territorio per uscire dall’isolamento, accantonando una volta per tutte quei campanilismi che sin troppi danni hanno provocato a questo lembo di terra. Tutte le iniziative dellAssociazione per lo sviluppo dell’Alto Ionio avranno dunque l’interesse di far incontrare e dialogare cittadini dell’intero comprensorio, organizzando incontri formativi e informativi nei diversi comuni e con il coinvolgimento degli enti e delle altre associazioni cittadine già esistenti. Sabato sera, intanto, è nato il primo direttivo costituito da Simona Colotta, dall’avvocato Marilena Salerno con il ruolo di vice presidente, dall’agrotecnico Giuseppe Corrado con il ruolo di segretario e dal giornalista Vincenzo La Camera. Presidente è il dottor Antonio Pagano, che ha sempre mantenuto un rapporto costante con la sua terra d’origine e che da qualche mese si divide ormai tra Roma e la Calabria.

Tra gli appuntamenti che caratterizzeranno l’associazione, l’istituzione del premio “Umberto Pagano” che verrà assegnato annualmente a privati cittadini, associazioni, istituzioni che operano nell’Alto Jonio cosentino e si sono distinti per un significativo contributo al territorio mediante il loro settore d’appartenenza come scienza, arte, cultura, sport, legalità, professioni, politica, medicina. E il 10 novembre, un primo esempio di sinergia territoriale, promosso dall’Associazione per lo sviluppo dell’Alto Ionio. I docenti degli istituti comprensivi del territorio si ritroveranno per una lezione sulla carta costituzionale e sul concetto di regola, lungo il filone della legalità, tenuta dai consiglieri parlamentari Antonio Pagano e Daniela D’Ottavio.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *