Redazione Paese24.it

Rossano, presentato il Pisl. Antoniotti: «Questo progetto farà crescere di molto la nostra città»

Rossano, presentato il Pisl. Antoniotti: «Questo progetto farà crescere di molto la nostra città»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Un momento della conferenza stampa

Cinque milioni di euro per risollevare l’area urbana di Rossano e Corigliano. Tale somma è il frutto del finanziamento, concesso dalla Regione Calabria, nell’ambito dei progetti integrati di sviluppo locale (Pisl). Il piano è stato presentato questa mattina (giovedì 25) durante una conferenza stampa dove, oltre al sindaco di Rossano Giuseppe Antoniotti, erano presenti anche il presidente della commissione urbanistica, Ernesto Rapani, la dottoressa Benedetta De Vita responsabile dell’ufficio Europa, il dirigente del settore urbanistica architetto Giuseppe Graziani, i soggetti privati aderenti al partenariato e numerosi consiglieri comunali. Entusiasta, ovviamente, il primo cittadino di Rossano. «Oggi – ha detto Antoniotti – continuiamo a far crescere e sviluppare Rossano secondo assi e strategie condivise nell’ambito di un processo programmatico di grande respiro, quello appunto dei progetti integrati di sviluppo locale, che è di grande rilevanza per la coesione sociale dei territori calabresi. Se solo ricordiamo – ha proseguito il sindaco di Rossano – che all’inizio di questo percorso, a fine 2011, vi era una diffusa incredulità rispetto all’effettiva capacità di poter concorrere per questa misura, il risultato di oggi, al quale hanno lavorato con notevole impegno e determinazione il consigliere Rapani e la responsabile dell’ufficio Europa De Vita insieme al dirigente Graziani, diventa ancora più prezioso. E’ stato un successo frutto del lavoro di squadra fatto con tutti i soggetti associativi ed imprenditoriali del partenariato. Ora bisogna però mettersi a lavoro con altrettante determinazione, perché il tempo è ridotto e le scadenze sono strettissime».

«Ci abbiamo creduto fino alla fine – ha invece affermato Rapani – senza perdere tempo nell’elaborazione dei progetti. Non nascondiamo – ha aggiunto – la poca collaborazione dimostrata dai comuni limitrofi che hanno voluto un Pisl per conto loro, purtroppo non risultato vincente. Ringrazio le associazioni di categoria che hanno collaborato attivamente alla redazione dei progetti. Il compito più importante – ha scandito – ora passa a loro. Nell’arco di 2 anni a Rossano ci sarà un giro economico di 10 milioni di euro (sommando il co-finanziamento regionale a quello dei privati ndr) per interventi che andranno realizzati entro il 31 luglio del 2015. Quindi – ha concluso Rapani – non c’è tempo da perdere per trasformare in occasioni di crescita condivisa questo primo traguardo vinto insieme».

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *