Redazione Paese24.it

Cassano, sindaco visita centro recupero tossicodipendenti “Saman”

Cassano, sindaco visita centro recupero tossicodipendenti “Saman”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il Sindaco di Cassano All’Ionio Giovanni Papasso, accompagnato per l’occasione dagli assessori municipali  Alessandra Oriolo, Antonino Mungo, dal consigliere comunale Stefano Petrosino e dal Presidente del Consiglio Mario Guaragna, si è recato ieri pomeriggio (martedì) in visita istituzionale presso il centro di recupero per tossicodipendenti “Saman”, sito in contrada Laccata di Lauropoli.

Presenti, inoltre, il Vicario Foraneo della Vicaria di Cassano (una delle tre vicarie della Diocesi della Città delle Terme) mons. Attilio Foscaldi e l’ex assessore provinciale Rosetta Console. Il primo cittadino, nella sua visita all’importante struttura terapeutica, attiva con sedi dislocate in ben 8 regioni d’Italia, ha incontrato la direttrice del centro e tutti i ragazzi coinvolti nei programmi di recupero. “Sono felicissimo di essere qui – ha tenuto a dire ai ragazzi il Sindaco Giovanni Papasso – Invitato da Don Attilio Foscaldi mi sono recato alla “Saman” anche per capire e comprendere da vicino i problemi di questa struttura. Ho appreso dalla direttrice, infatti, che la stessa deve far fronte a  ritardi di pagamento degli stipendi per gli operatori  inseriti nelle strutture riabilitative ed ad altre importanti problematiche. Inoltre l’Asp di Cosenza ha accreditato nel centro solo 6 posti letto, mentre la struttura per poter correttamente funzionare e far fronte ai costi, deve poter lavorare con tutti e 30 i posti letto disponibili, altrimenti sarà destinata a sicura chiusura. Se i dirigenti della “Saman” ci coinvolgeranno, noi staremo a loro fianco. La “Saman” offre una speranza a tanti giovani, purtroppo, caduti nella trappola della tossicodipendenza.

Inoltre questo centro è di importanza straordinaria – ha sottolineato ancora il Sindaco Papasso – poiché ospitato in un fabbricato confiscato alla mafia. Qui un tempo si progettavano delitti, ora si programma invece il recupero di giovani caduti sul lastrico proprio a causa di quella malavita. Nei prossimi giorni scriverò al Governatore della Regione Giuseppe Scopelliti, esponendogli tutto questo, al fine di ottenere un  sostegno per questa struttura. Io ho una speranza che non deve mai abbandonarmi, che la Regione inizi a guardare  a questo lembo di Calabria con una visuale più aperta”.

Il primo cittadino e la delegazione della Giunta e del Consiglio comunale, nel corso della visita, hanno visionato tutti i luoghi del centro terapeutico, recandosi direttamente nei laboratori in cui i giovani ospiti, nell’ambito di un percorso riabilitativo appositamente studiato, mettono a frutto la loro creatività con disegni e opere d’arte di eccezionale valore e significato. In coda alla visita tutti i ragazzi ospiti della comunità “Saman” hanno offerto al Sindaco ed ai suoi accompagnatori dolci appositamente preparati da loro.

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *