Redazione Paese24.it

Perugia, sotto sequestro copisteria “Il copione”. Maxi multa al proprietario di origini cosentine

Perugia, sotto sequestro copisteria “Il copione”. Maxi multa al proprietario di origini cosentine
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Posta sotto sequestro una delle più note copisterie di Perugia. Lotta alla reprografia, chiarita dal comma III dell’art. 68, che prevede la possibilità di riproduzione ad uso personale di un testo protetto da copyright fino al 15% , ha condotto la Guardia di Finanza alle indagini e a condurre una delle operazioni più grandi che siano state effettuate in Italia negli ultimi anni. La perquisizione del locale, avvenuta in pieno giorno da parte delle fiamme gialle, ha consentito di sequestrare oltre 1000 libri in formato pdf, tre computer, hard disk e numerose pen drive. Inoltre, ben 800 testi universitari, pronti per essere messi sul mercato, su richiesta degli studenti, sono stati scovati all’interno di una “stanza segreta”, occultata dietro una scaffalatura e alla quale si poteva accedere premendo un pulsante.

Il proprietario, giovane di 34 anni e originario di Cosenza, è stato denunciato a piede libero. Nei suoi confronti sarà emessa una maxi-multa che si aggira attorno alle 200 mila euro, calcolata per ogni copia e basandosi anche sui sequestri precedenti che avevano portato alla chiusura momentanea della copisteria.  Successivamente, le fiamme gialle, hanno perquisito anche l’abitazione del giovane cosentino, trovando 7 grammi di hashish e 14 mila euro, ritenuto ricavato dell’attività illecita. Una vera e propria fabbrica di libri “Il copione”,  con un volume di affari che assorbiva 80/ 90% dell’illecito regionale nel settore e con un considerevole afflusso di clientela, nonché studenti dell’ateneo perugino, dati i prezzi altamente concorrenziali. L’inchiesta passerà ora anche per le mani della Questura.

VIDEO

Alessia D’Angelo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *