Redazione Paese24.it

Villapiana riabbraccia Fabio Iannuzzi. Caporale Alpini ferito in Afghanistan

Villapiana riabbraccia Fabio Iannuzzi. Caporale Alpini ferito in Afghanistan
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

E’ tornato a casa Fabio Iannuzzi, il caporale degli Alpini rimasto ferito ad una gamba lo scorso 25 ottobre nel corso di uno scontro a fuoco avvenuto in Afghanistan. Partito dall’ospedale del Celio di Roma nel pomeriggio di ieri (mercoledì) Iannuzzi è giunto a Villapiana in serata intorno alle 20 a bordo di un mezzo dell’Esercito, con lui i suoi genitori, papà Leonardo e mamma Silvana, un ufficiale e un soldato dell’Esercito della sede di Catanzaro.

In tanti si sono radunati in Piazza Dante sin dalle ore 17 in attesa dell’arrivo di Fabio. Palloncini colorati, striscioni di bentornato e una grande bandiera tricolore sistemati ad ornamento della Piazza che nel frattempo si riempiva di tanti concittadini, molti dei quali giovani, amici e conoscenti di Fabio. All’arrivo del mezzo militare accompagnato da un’unità della polizia municipale col comandante Andrea Brunetti e il maresciallo dei carabinieri Luigi Potenza, comandante la locale Stazione, la folla ha a lungo applaudito e gridato forte il nome di Fabio. Lo scoppio dei tappi di spumante  è stato un tutt’uno con il fragore dei fuochi di artificio con cui è stato accolto Fabio. Il mezzo militare è stato praticamente “accerchiato” dalla gente che voleva salutare e dare un abbraccio di bentornato al giovane Alpino. Ad attenderlo in Piazza il sindaco Roberto Rizzuto, in fascia tricolore e col gonfalone del Comune di Villapiana, con lui assessori e consiglieri comunali, i volontari della protezione civile.

Poi l’abbraccio del parroco Don Romano, dei  suoi concittadini e dei numerosi amici. Il caporale Iannuzzi è apparso in buone condizioni fisiche e comprensibilmente emozionato per il calore umano e l’affetto ricevuto. Un grande gesto di amicizia e gratitudine da parte della comunità villapianese che Fabio ha molto apprezzato, “Grazie a tutti”, ha ripetuto più volte rivolgendosi ai propri concittadini. Ora Fabio trascorrerà un periodo di convalescenza a casa propria circondato dall’affetto dei propri cari.

Pasquale Bria

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *