Redazione Paese24.it

San Lorenzo Bellizzi, è morto Tino Faillace. Una vita in giro per il mondo

San Lorenzo Bellizzi, è morto Tino Faillace. Una vita in giro per il mondo
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

E’ senza dubbio straordinaria la vita di Costantino Faillace (nella foto in basso), idrogeologo, spentosi ieri (14 novembre) all’età di ottantasette anni. Era nato a San Lorenzo Bellizzi il 9 Agosto 1925. Era  il primo di nove figli, che come sottolineava lui stesso, erano stati sparsi per tutta Italia. Dal 1959 iniziò il suo lungo peregrinare per il mondo che lo portò con la famiglia a vivere in ben undici paesi di quattro continenti, impiegato da organizzazioni internazionali (Nazioni Unite, FAO, Banco Mondiale, Governo Italiano e Governo Tedesco).

Dal 1990, aveva scelto alla comodità della vita da idrogeologo  pensionato, quella dell’impegno sociale verso i villaggi dell’India, in Poona e Thane, distretti dello Stato di Maharashtra , impegnando in questi progetti anche risorse personali.

La scelta di ritornare tra gli ultimi dei poveri, le era stata suggerita da un episodio accadutogli anni prima, che cambiò la sua vita. Fu impossibilitato di aiutare un mendicante , dalla sopraggiunta morte di quest’ultimo , proprio quando aveva capito che il suo presentarsi difronte sbarrandogli la strada, ogni mattina  e senza proferire parola, era la richiesta di aiuto,  messa in atto in maniera discreta e non molesta. Il mondo continuò per tanto ad avvantaggiarsi del lavoro instancabile di “Tino”, che mirava alla autogestione dei pozzi da parte di quelle popolazioni. Salvò così numerose esistenze, contribuendo proficuamente alla risoluzione di  quella che pare sia la prima problematica mondiale , “La gestione delle risorse idriche” .

Amava il suo Pollino, vi ritornava appena poteva, e qualche tempo addietro aveva dato alle stampe il volume “San Lorenzo Bellizzi, Dirimpettaio delle Gole del Raganello e del complesso del Pollino – Guida turistica di San Lorenzo e territori limitrofi”, pubblicato dalla Pacini Fazi Editore di Lucca in una ottima veste tipografica. Comprendeva appieno quando straordinario fosse il territorio calabrese e la gente che aveva avuto il privilegio di viverci.

Guardava con piacere e soddisfazione all’Associazione “I ragazzi di San Lorenzo Bellizzi”, attivissima in quel territorio e alle loro iniziative. Guardava entusiastico, all’ultima loro iniziativa “Natura e Cultura sui Sentieri del Parco del Pollino”. Era instancabile e percepiva, che il tempo che gli sarebbe rimasto era prezioso. Mi confidò che stava  raccogliendo  per tanto i suoi ricordi e le sue esperienze , già parzialmente pubblicate nel suo comune di adozione Ciampino (Roma) ,dove viveva e dove fu insignito della cittadinanza benemerita, con una bella cerimonia ufficiale. Ma affianco ad un uomo eccezionale c’è sempre una donna che lo è altrettanto , il suo nome è Katerina Shneider, sposata a Nairobi nel 1960, e che gli ha dato tre figli.

Tommaso Orsimarsi

 

 

Share Button

2 Responses to San Lorenzo Bellizzi, è morto Tino Faillace. Una vita in giro per il mondo

  1. Ernesto Faillace 2012/11/26 at 21:52

    Sono il figlio di Tino che vive negli Stati Uniti – grazie per le belle parole in memoria di mio padre. Per quanto riguarda le sue memorie d’infanzia, le sto traducendo in Inglese, e magari potrei pubblicarle via un “blog” per aumentare la conoscenza di S. Lorenzo al mondo…

    Rispondi
    • Redazione Paese24.it 2012/11/27 at 10:59

      Gent.mo qualora volesse contattare il nostro portale per la pubblicazione di qualche documento o articolo siamo a disposizione. Saluti, Vincenzo La Camera, direttore Paese24.it

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *