Redazione Paese24.it

Villapiana, ex sindaco Bria assolto da accusa di omissione atti d’ufficio

Villapiana, ex sindaco Bria assolto da accusa di omissione atti d’ufficio
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il Tribunale di Castrovillari nella seduta di venerdì 16 novembre scorso, giudici De Franco presidente, Calzolaro e Colitta a latere, ha assolto con formula piena l’ex sindaco di Villapiana Luigi Bria dall’accusa di omissione di atti d’ufficio perché il fatto non sussiste. Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a sei mesi di carcere con i benefici di legge. I fatti risalgono all’estate del 2007 quando un cittadino residente in una villetta sul Lungomare di Villapiana Lido denunciò alla Procura di Castrovillari l’allora sindaco Bria per non aver disposto la chiusura di un locale pubblico che, a dire del denunciante, nel produrre inquinamento acustico disturbava la quiete pubblica.

Tre anni dopo il Gup del tribunale di Castrovillari emise una sentenza di non luogo a procedere per insussistenza dei fatti, che veniva impugnata davanti alla Cassazione dal pubblico ministero Francesco Pellecchia. La sentenza veniva annullata dalla Suprema Corte che rimetteva gli atti nuovamente al Gup di Castrovillari. Da qui il rinvio a giudizio e il processo che l’ex sindaco Bria ha affrontato assistito dal legale Alfredo Ceccherini del foro di Castrovillari che si è concluso, come detto, con l’assoluzione piena. “E’ stato un iter tormentato e molto impegnativo -ha dichiarato l’avvocato Ceccherini- ma alla fine giustizia è stata fatta perché abbiamo dimostrato che nella fattispecie non sussisteva alcuna minaccia alla salute pubblica e dunque il sindaco Bria non era tenuto ad emettere alcuna ordinanza, essendo la materia di competenza dei funzionari comunali”.

Pasquale Bria

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *