Redazione Paese24.it

Alto Jonio, taglio treni. Sindaci provano a fare fronte comune

Alto Jonio, taglio treni. Sindaci provano a fare fronte comune
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

I Sindaci dell’Alto Jonio cosentino, riunitisi ieri (lunedì) a Sibari per fare finalmente fronte comune, dicono no al taglio dei treni che collegano Sibari a Metaponto e chiedono un incontro urgente all’assessore regionale ai Trasporti.  «E’ ora di finirla – hanno scritto nel documento finale – con la politica dei tagli attuata da Trenitalia e dalla Regione Calabria sulla tratta di ferrovia jonica. Dopo il taglio dei treni a lunga percorrenza, infatti, si profila anche la soppressione dei collegamenti tra Sibari e Metaponto».

Questo il grido d’allarme lanciato dai sindaci dell’Alto Jonio cosentino per dare voce ad una protesta popolare che purtroppo rischia di essere condizionata dalla rassegnazione. All’importante momento di confronto, oltre ai sindaci di Cassano Jonio, Trebisacce, Roseto, Amendolara, Plataci, Montegiordano, Francavilla, era presente l’assessore provinciale ai Trasporti Forciniti che si è incaricato di concordare un incontro con l’assessore regionale Fedele. «Nei mesi scorsi – hanno scritto i sindaci – abbiamo dovuto subire il taglio dei treni a lunga percorrenza. Ora altri treni sono in pericolo.

Abbiamo perciò deciso di mobilitarci e di dare battaglia, per difendere il diritto alla mobilità dei nostri cittadini, così come viene garantito a quelli di altre aree geografiche. Noi non vogliamo fare guerra a nessuno, – hanno concluso i sindaci -– anzi vogliamo istaurare con la regione e Trenitalia un confronto serrato: le nostre popolazioni, mortificate per il completo disinteresse da parte del Governo e della Regione, non devono subire anche il disagio della mobilità. Chiediamo solo servizi efficienti ed è arrivato il momento che a questo territorio si guardi con più attenzione».

Pino La Rocca

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *