Redazione Paese24.it

Archeologia, “Toro cozzante” dell’antica Sybaris in bella mostra al Parlamento Europeo di Bruxelles

Archeologia, “Toro cozzante” dell’antica Sybaris in bella mostra al Parlamento Europeo di Bruxelles
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il simbolo dell’Antica Sybaris, ovvero il “Toro cozzante” (nella foto) per alcuni giorni è stato in mostra al Parlamento europeo di Bruxelles. Un vanto per tutta la città di Cassano All’Ionio. La giovane assessore all’archeologia, Valentina Conte, ha così commentato il particolare evento: “Il Toro di Thourioi, è il simbolo della leggendaria Sybaris e della Sibari attuale.  E’ importante preservare ogni memoria e testimonianza della più illustre delle civiltà mai esistite, proteggerla e trasmetterla alle generazione future. Inoltre, vista la crisi economica, la scappatoia principale per vincerla sono certamente i Beni Culturali. Il nostro territorio è nato con molte carte vincenti per divenire la culla della cultura e del turismo, l’archeologia è senza dubbio la migliore. Questa Amministrazione – ha spiegato l’assessore Conte (nella foto in basso) – conscia di tutto ciò ne ha voluto porre l’accento costituendo una delega tutta nuova: quella all’archeologia”.

Per completezza di informazione si rammenta che il toro cozzante in bronzo, iconografia tipica della città di Thurii, è rinvenibile anche nella locale monotazione dell’epoca. Trattasi di originale di età greca, (inizi IV sec. a.C.), con restauri di età romana, rinvenuto nel 2004 negli scavi condotti a Sibari nel cantiere di Casa Bianca, dove le indagini tutt’ora in corso e di imminente pubblicazione (entro fine anno) hanno portato alla luce un grande santuario delle divinità Orientali di età Imperiale.  Subito dopo la mostra, il Toro è rientrato al Museo Nazionale della Sibaritide.

 

Share Button

One Response to Archeologia, “Toro cozzante” dell’antica Sybaris in bella mostra al Parlamento Europeo di Bruxelles

  1. Renata Napoli 2012/11/22 at 15:54

    Meglio tardi che mai!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *