Redazione Paese24.it

Montegiordano ha ospitato primo convegno regionale della “Divina Misericordia”

Montegiordano ha ospitato primo convegno regionale della “Divina Misericordia”
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Si è svolto nella giornata di sabato a Montegiordano marina presso la Parrocchia di “Cristo Redentore” il primo convegno del Movimento Apostolico della Divina Misericordia (nella foto). Questo momento rappresenta il primo incontro di questo Movimento in Calabria. Nato dal carisma di Santa Faustina Kowalska, negli ultimi anni è diventato uno dei più grandi movimenti a livello mondiale. Molto significativo il tema del convegno: “Le fiamme della Misericordia mi divorano, voglio riversarle sulle anime” Diario di Santa Faustina cfr 177.

Ad emozionare i fedeli giunti da ogni parte della provincia, (nutrita la rappresentanza dell’Alto Jonio, coordinata dalla responsabile Diocesana Maria Teresa Aloise) le parole di Don Michele Spataro, sacerdote della Diocesi di Rossano- Cariati, il quale ha relazionato sulle “Opere di Misericordia, come viverle e farle vivere e sulle fiamme della Misericordia Divina”. A seguire le parole di Don Antonio Abbruzzini, sacerdote della Diocesi di Cosenza e Bisignano e presidente dell’Associazione Stella Cometa di Cosenza, sull’argomento: “La sofferenza come accettazione e dono in Santa Faustina”. Per ultimo Don Annunziato Laitano, direttore dell’ufficio catechistico della Diocesi di Cassano allo Ionio che ha sviluppato il seguente tema:” Il valore della preghiera quotidiana”.

A testimonianza del sentimento di unione che pervade questo Movimento, sono giunti i saluti e le benedizioni di Padre Patrice Chocholski, segretario per i convegni mondiali da parte del Cardinale Chomborn di Vienna e del nostro delegato CEI per i convegni nazionali S.E.Mons.Domenico Cancian, Vescovo di Città di Castello. Il convegno si è protratto nel pomeriggio, con momenti di preghiera. Emozionanti le testimonianze dei fedeli, tra cui quella di un signore che ha parlato della sua guarigione da una brutta malattia e di come la sofferenza gli ha fatto scoprire la presenza tangibile di Gesù e il valore della preghiera.

Giovanni Pirillo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *