Redazione Paese24.it

Protezione civile. Quasi tutti i comuni Alto Jonio inadempienti. Ad Oriolo la Minoranza sollecita il sindaco

Protezione civile. Quasi tutti i comuni Alto Jonio inadempienti. Ad Oriolo la Minoranza sollecita il sindaco
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

La Minoranza in seno al Consiglio Comunale di Oriolo ha richiesto, con un’apposita interrogazione al sindaco, informazioni sullo stato dell’arte del Piano di Protezione Civile e sugli aggiornamenti previsti dal Dipartimento nazionale di Protezione Civile e della Giunta regionale della Calabria. L’iniziativa intrapresa dal gruppo di Opposizione Unione Democratica Progressista, guidato da Simona Colotta, è stata dettata anche dalla preoccupazione che serpeggia non solo tra le popolazioni interessate ma anche anche tra quelle confinanti e relativa al costante sciame sismico che da oltre due anni interessa l’area del Pollino a cavallo del confine calabro-lucano e che nella notte tra il 25 e il 26 ottobre è sfociato in una consistente scossa che ha lasciato il segno a Mormanno, Morano, Castrovillari, Rotonda e in tutta quell’area.

L’aggiornamento dei Piani di Protezione Civile, che in buona sostanza consiste in una sorta di vademecum che la popolazione deve rispettare in caso di evento sismico o comunque di calamità naturale, andava effettuato da parte dei comuni, secondo le ultime disposizioni, entro il 14 ottobre. Ma tra i 16 comuni dell’Alto Jonio rientranti nel COM (Centro Operativo Misto) di Trebisacce soltanto due (Albidona e San Lorenzo Bellizzi) hanno ad oggi approvato in Consiglio comunale l’aggiornamento del Piano. «Al verificarsi di un’emergenza senza un piano aggiornato i sindaci non saranno in grado di adempiere al loro compito che è quello di garantire il soccorso alla popolazione colpita», commentano dal Com di Trebisacce.

In tutta la Calabria sono appena 209 i comuni (su 409) che hanno un Piano di Protezione Civile aggiornato. Questa superficialità non aiuta a far crescere la cultura della Protezione Civile. E’ ovvio che un evento di calamità naturale non è programmabile, né tanto meno arginabile in toto. Ma con le giuste precauzioni sicuramente si possono fronteggiare, in qualche modo, le criticità.

E tra quei comuni inadempienti ricade dunque anche quello di Oriolo. Ma a tal proposito nei giorni scorsi è giunta la risposta del sindaco Franco Colotta all’interrogazione della Minoranza. Il sindaco rassicura i firmatari dell’interrogazione ma sopratutto i cittadini, facendo presente che il Comune di Oriolo è dotato di un Piano di Protezione Civile che viene periodicamente aggiornato.

Per ciò che concerne invece le ultime direttive alle  quali attenersi, il primo cittadino di Oriolo comunica che «è stato dato incarico ad un tecnico abilitato con delibera di Giunta Comunale n. 94 del 8.10.2012 che sta provvedendo ad aggiornarlo». Colotta, inoltre, assicura che appena il Piano di Protezione Civile sarà debitamente aggiornato e approvato dal Consiglio comunale, lo stesso piano sarà pubblicato e quindi fruibile sul sito internet del Comune. E ancora, così come sollecitato dalla Minoranza, verrà poi anche organizzato un incontro con la popolazione per metterla al corrente del suddetto Piano.

Vincenzo La Camera

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *