Redazione Paese24.it

L’Ospedale della Sibaritide potrebbe essere pronto nel 2017

L’Ospedale della Sibaritide potrebbe essere pronto nel 2017
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Il progetto del nuovo ospedale della Sibaritide sarà realizzato perché è parte integrante del Piano di Rientro e, insieme a quello di Vibo Valentia e Gioia Tauro, farà fare un salto di qualità alla sanità calabrese ed a riequilibrare l’offerta di posti-letto che finora vede la Sibaritide in grande sofferenza. Gli ultimi 11 mesi di ritardo, secondo tutti i relatori, sono da attribuire al MEF (ministero Economia e Finanze) che finora ha tardato ad aprire i cordoni della borsa. Su questo assunto si sono trovati concordi tecnici e politici nel corso del Convegno, organizzato a Sibari, dal Circolo della Stampa Pollino-Sibaritide per fare luce sullo stato dell’arte del progetto.

Il Convegno, introdotto e coordinato dal presidente del Circolo Cosimo Bruno che ha incalzato i relatori ad attenersi ai fatti ed a guardare avanti, dopo il saluto e l’intervento del sindaco di Cassano Gianni Papasso che ha ricordato “la grave ed esplosiva” emergenza sanitaria nella Sibaritide, è intervenuto l’ing. Pasquale Gidaro dirigente regionale e componente del gruppo di progetto del nuovo ospedale il quale ha fatto la cronistoria dell’opera dal 2007 fino al 20 gennaio 2012, data in cui è stato fatto il bando di gara e in cui l’iter procedurale si è bloccato, secondo Gidaro, nel passaggio delle competenze dalla Protezione Civile al MEF.

Ha descritto e proiettato il mega-progetto del nuovo ospedale (costo 144milioni di euro, circa 350 posti-letto, 8 sale operatorie e tutti gli annessi e connessi) ed ha concluso dicendo: «L’unico buco nero che non possiamo giustificare sono gli ultimi 11 mesi ma, se l’iter si sblocca entro questo mese (?!), l’ospedale sarà pronto per dicembre 2016». A seguire sono intervenuti quali relatori il dottor Angelo Vulcano a nome del Comitato pro-Ospedale, Franco Pacenza in qualità di referente della sanità del PD. Sono quindi intervenuti, il sindacalista Cisl Giuseppe Pennini e subito dopo l’on. Giovanni Dima. Quindi il sindaco di Trebisacce Franco Mundo. Ha chiuso i lavori l’on. Giuseppe Caputo.

Pino La Rocca

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *