Redazione Paese24.it

Operazione “Ginestra”, sequestrata a Lamezia una centrale del falso d’autore

Operazione “Ginestra”, sequestrata a Lamezia una centrale del falso d’autore
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

È stata sequestrata a Lamezia Terme, nella mattinata di venerdì 18 gennaio, una vera e propria centrale del falso d’autore. I carabinieri del nucleo tutela patrimonio  culturale di Cosenza,  nell’ambito delle attività volte a contrastare il fenomeno della contraffazione di opere d’arte, hanno concluso un’importante operazione denominata “Ginestra” che ha portato al sequestro di 232 dipinti di vari artisti contemporanei quali: Renato Guttuso, Eliano Fantuzzi, Mario Schifano,  Sergio Scatizzi, Enotrio Pugliese ed altri ancora. «Le opere  – come si legge in una nota diramata dalle forze dell’ordine – abilmente contraffatte da T.T., cittadino lametino, venivano commercializzate, tramite piattaforma informatica,  su tutto il territorio nazionale, accompagnate dalla produzione di  falsi certificati di autenticità». Le indagini, avviate alla fine del 2011, sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Lamezia Terme nella persona del Sostituto Procuratore , la dottoressa Rossana Esposito.

«L’attività repressiva sul territorio di Lamezia Terme – si legge ancora nel comunicato -ha consentito tra l’altro di localizzare e sequestrare una vera e propria centrale del falso, dove venivano confezionate le false opere e i falsi documenti di originalità».

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *