Redazione Paese24.it

Trebisacce, nuovo sito web per l’Ipsia. Presto un vero laboratorio di comunicazione multimediale

Trebisacce, nuovo sito web per l’Ipsia. Presto un vero laboratorio di comunicazione multimediale
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

L’Istituto Ipsia “Aletti” di Trebisacce si rifà il look e tende la mano alla comunicazione indispensabile per aprirsi al mondo esterno ed offrire, allo stesso tempo, agli studenti oltre che le conoscenze anche alcune competenze specifiche. Lungo questo percorso l’istituto professionale di Trebisacce, con la sede associata di Oriolo, ha lanciato da qualche giorno nel mare magnum di internet il nuovo sito, ricco di sezioni, informazioni e dal tocco decisamente multimediale con la possibilità di sfogliare fotogallery e visionare video.

Parallelamente a questa iniziativa è stato presentanto, nel corso di un’apposita conferenza stampa, anche la videoclip di presentazione della scuola a disposizione di tutti gli internauti, ma sopratutto degli studenti dell’ultima classe della Scuola Secondaria di Primo grado in procinto di passare ad un’istruzione di livello superiore.

L’Ipsia “Aletti” investe sulla comunicazione come volano di sviluppo non solo della scuola stessa ma dell’intero territorio. L’Istituto, guidato da pochi mesi dalla Dirigente scolastica Adriana Grispo, è risultato beneficiario di un finanziamento per l’allestimento di un laboratorio crossmediale con una radio, un web tv e una piattaforma digitale che consentirà ai ragazzi di cimentarsi all’interno di una vera redazione multimediale al servizio del territorio, con la collaborazione di enti pubblici e soggetti privati. I partner del progetto saranno: Comune di Trebisacce, Comune di Oriolo (il laboratorio verrà allestito  presso questa sede associata), Gal Alto Jonio, Osservatorio Sismologico di Oriolo,  Paese24.it e Paese24 Magazine (giornale dell’Alto Jonio) e TeleA1 di Corigliano. Questo risultato ottenuto, come ha ribadito anche la Dirigente Grispo, «è il frutto di una perfetta sinergia territoriale, dove attori diversi tra loro si sono incontrati». Il progetto, dopo l’allestimento tecnico del laboratorio, dovrebbe poter partire già nelle prossime settimane.

Vincenzo La Camera

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *