Redazione Paese24.it

A Cassano la “Giornata del catechista”. «Annunciare la parola di Dio con la testa e con il cuore»

A Cassano la “Giornata del catechista”. «Annunciare la parola di Dio con la testa e con il cuore»
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Si è svolta a Cassano all’Ionio la seconda edizione della “Giornata del catechista” durante la quale il Vescovo della Diocesi don Nunzio Galantino ha descritto in maniera chiara l’identikit del catechista. L’incontro, tenutosi nei saloni  del seminario “Giovanni Paolo I”, ha visto la presenza degli oltre centoventi uomini e donne che in diocesi svolgono questo servizio. Uomini e donne di «testa e di cuore» , eccola così riassunta la figura del laico vocato ad annunciare la Parola di Dio ai bambini, ai ragazzi, agli adolescenti, ai giovani ma anche agli adulti. Solo essendo «innamorati di cristo», ha affermato il vescovo, si potrà svolgere bene il servizio che ci porta a «voler bene nel modo migliore alla Chiesa: la Parola, centro di ogni azione di servizio ed annuncio, recupera la gioia di progettare e spandersi per gli altri».

Il vescovo (nella foto) ha tenuto anche a precisare come il servizio catechistico si svolge all’interno di una comunità dove ciascuno, «a seconda dei carismi», rende «testimonianza bella e credibile del Cristo». Nel corso della giornata comunitaria è stato il direttore dell’Ufficio catechistico diocesano, don Nunzio Laitano, a ribadire che «il catechista è una persona trasformata dalla fede che, per questo, rende ragioni della propria speranza, instaurando con coloro che iniziano il cammino un rapporto di maternità e paternità dentro una speranza di fraternità». Il catechista, ha aggiunto don Nunzio Laitano, «è una persona che si scopre dentro il progetto di Dio e si rende disponibile a seguirlo, che vive la risposta alla chiamata dentro una comunità e che si sente mandato ad annunciare l’Amore di Dio». Alla fine della giornata, dopo aver presieduto la Santa Messa, il vescovo, ha consegnato ad una rappresentanza della famiglia di religiosi, una copia del Catechismo della Chiesa Cattolica per ribadire l’importanza della formazione permanente alla quale tutti i credenti sono invitati.

Arianna Calà

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *