Redazione Paese24.it

Trebisacce potrebbe riavere l’ospedale. Buone notizie dal Consiglio Regionale

Trebisacce potrebbe riavere l’ospedale. Buone notizie dal Consiglio Regionale
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

ospedale-trebisacce-nuovaMentre fervono i preparativi per la traversata dello Stretto per invocare la riapertura dell’ospedale di Trebisacce, ecco una notizia dell’ultima ora, destinata forse a fare più rumore della stessa traversata. Ad annunciare la riapertura del “Chidichimo” è l’assessore al Turismo Dino Vitola che la definisce una “Vittoria della saggezza e dell’impegno”. «A chi si appresta ad organizzare traversate via mare, o a chi vuol far credere che i risultati siano prodotti da proteste, – scrive Vitola – il presidente Scopelliti dimostra che il lavoro serio produce risultati: a breve sarà riattivato, presso l’ ospedale di Trebisacce, il Pronto Soccorso H24.

Oggi 10/07/2013, infatti, in Consiglio regionale, – continua Vitola – durante il dibattito sulla sanità il presidente Scopelliti ha riconfermato la riconsiderazione dei nosocomi di Praia a Mare e Trebisacce come ospedali di zona. Così, – aggiunge Vitola in nome del movimento in cui lui stesso milita – “Calabria in Movimento”, che si batte da più di un anno, ha trovato ascolto sull’importante tema dell’ospedale. Finora – conclude Vitola – abbiamo pagato il non impegno e la debolezza politica. Ora siamo soddisfatti». Stando alle indiscrezioni Trebisacce avrebbe 4 posti-letto di Cardiologia Geriatrica, 17 di Cardiologia Generale, 15 di Medicina Generale, 10 di Ginecologia, 3 di Unità Coronarica e, ovviamente, il Pronto Soccorso h/24. «Non c’è bisogno di traversate – conclude Vitola – festeggiamo con una bella nuotata nel mare di Trebisacce, “città dell’amore e… dell’ospedale».

banner i delfini articoliSoddisfazione per questo passo in avanti anche da parte del consigliere regionale Guccione e del già deputato Franco Laratta, entrambi in quota Pd. “Dopo tante battaglie sulla sanità, finalmente Scopelliti  comincia a cedere – scrivono in una nota congiunta – Avere rivisto la posizione di netta chiusura sugli ospedali di confine, è un passo avanti importante, figlio soprattutto di tante battaglie, soprattutto delle popolazioni interessate e degli amministratori locali. Ora vigileremo affinché vengano rispettati gli impegni presi. Gli ospedali di Praja a Mare e di Trebisacce sono di vitale importanza in quanto svolgono una funzione fondamentale in zone di estremo disagio”.

v.l.c.

NELLE EDICOLE DI TREBISACCE PAESE24 MAGAZINE DI LUGLIO. RICHIEDILO GRATUITAMENTE

 

 

 

 

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *