Redazione Paese24.it

Roseto, sequestrati residui d’asfalto lungo la foce del torrente Ferro

Roseto, sequestrati residui d’asfalto lungo la foce del torrente Ferro
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa

I militari delle Stazioni Carabineri Forestale di Oriolo, nei giorni scorsi, hanno posto sotto sequestro, in località “Marina” nel Comune di Roseto Capo Spulico, un ingente quantitativo di conglomerato bituminoso di recupero, meglio conosciuto come “fresato d’asfalto”. Il materiale proviene dalla scarificazione della sede stradale ed è considerato un rifiuto speciale. Lo stesso è stato depositato lungo la foce del Torrente Ferro, a circa 100 metri dalla battigia, su suolo demaniale nudo e senza alcuna protezione. Il quantitativo depositato è di circa 4.000 metri cubi. Dalle indagini è emerso che tali rifiuti sono stati ceduti a titolo gratuito da una ditta al Comune di Roseto Capo Spulico i cui lavori di manutenzione e rifacimento manto stradale, per conto dell’Anas, sono stati eseguiti sulla SS 106 Jonica nei mesi scorsi. A seguito del rinvenimento del materiale e del sequestro dell’area estesa per oltre 1000 metri quadri al momento si è denunciato per gestione illecita di rifiuti speciali il responsabile dell’area tecnica del Comune di Roseto.

Redazione

Condividilo Subito

2 Responses to Roseto, sequestrati residui d’asfalto lungo la foce del torrente Ferro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *