Redazione Paese24.it

Nasce “CO.ART. Villapiana”. Commercianti e artigiani insieme per vincere la sfida della globalizzazione

Nasce “CO.ART. Villapiana”. Commercianti e artigiani insieme per vincere la sfida della globalizzazione
Diminuisci Risoluzione Aumenta Risoluzione Dimensioni testo Stampa
Download PDF

Commercianti e artigiani locali provano a fare rete ed a progettare insieme per vincere la sfida del mercato globale che rischia offuscare l’identità territoriale e di danneggiare pesantemente l’economia locale. Per dare lo start ad un progetto che rompe gli schemi finora consolidati, venerdì 10 gennaio, presso Palazzo Gentile nel Centro Storico, si è svolto il primo incontro di commercianti e crtigiani di Villapiana per  dare il via al progetto definito provvisoriamente “CO.ART. Villapiana”. Il progetto, come si diceva, mira a fare sistema per superare, attraverso la messa in rete delle singole energie e competenze, per raggiungere livelli di competitività e spendibilità sul mercato che singolarmente sarebbe impossibile raggiungere. L’idea di realizzare questa convergenza è partita da Giuseppe Tiripicchio, imprenditore turistico del panorama Villapianese nonché Delegato Comunale al Commercio ed al Sostegno alle Piccole e Medie Imprese.

«Anche se in un primo momento abbiamo riscontrato un certo scetticismo, risposte vaghe e diffidenza, – ha scritto Tiripicchio – ne abbiamo preso atto, ma continuiamo a bussare alla porta dei singoli imprenditori e soprattutto alle loro intelligenze, spiegando e illustrando il progetto perché convinti che in questa epoca storica è necessario comprendere l’importanza di sostenersi reciprocamente mediante un’economia circolare che, considerata la naturale attitudine che il territorio ha sempre avuto, ci consenta come gruppo di uscire all’esterno attraverso una proposta commerciale e turistica organica e condivisa. Abbiamo la necessità – ha incalzato ancora Tiripicchio dimostrando di credere molto nel progetto – di comprendere che come comparto possiamo fare tanto se sappiamo essere parte di un unico corpo. E parlo di gruppi d’acquisto, di investimenti, di programmi di intrattenimento, di servizi per gli altri ma anche per noi stessi, come assistenza legale, commerciale e contabile, amministrativa…». Prima di questa prima uscita pubblica, sempre secondo quanto riferisce Giuseppe Titipicchio, lui stesso, per onorare la Delega assegnatagli dal sindaco Montalti, si è preoccupato di intrattenere rapporti e relazioni e di programmare incontri che si terranno prossimamente, a partire dalla nuova Banca Locale che si è resa disponibile ad essere reale supporto per le aziende e per le start-up. «Abbiamo inoltre coinvolto – ha aggiunto il Delegato Comunale di settore – vari sindacati chiedendo che genere di supporto potevano garantirci ed abbiamo, per ora, avuto la massima disponibilità da Confesercenti che ci ha garantito un appuntamento dedicato nella sede centrale di Roma per discutere del “Progetto Villapiana”. Queste e molte altre ancora – ha concluso Giuseppe Tiripicchio – le idee e le proposte messe in campo da coloro che hanno deciso di sostenere la fase più complessa del progetto, ossia quella iniziale, perché è quella in cui più bisogna credere per invertire la tendenza e tornare a “partecipare”, sia con l’obiettivo prioritario di migliorare le condizioni economico-commerciali della categoria, sia per riscoprire il senso dell’appartenenza vivendo il territorio come una casa comune e cercando di vivere nel nostro territorio come in una famiglia, sostenendosi l’un l’altro per puntare sempre più in alto». 

Pino La Rocca

Condividilo Subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *